Il Sole 24 Ore
Stampa l'articolo Chiudi

6 marzo 2015

Ecco i redditi del Governo: Renzi 98mila euro, Boschi 94mila e 1.557 azioni di Banca Etruria

di Nicoletta Cottone


Ecco i redditi dell’Esecutivo Renzi online sul sito del Parlamento italiano. Si tratta delle dichiarazioni presentate nel 2014, sui redditi riferiti al 2013. Il più ricco della squadra di governo? È il titolare del Tesoro, Pier Carlo Padoan, con un retribuzione annua di 216mila euro. Sulle stesse cifre, viaggia anche il ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi, con un reddito pari a 278.588 euro.

Meno di tutti Boschi e Madia
All'estremità opposta, invece i ministri Maria Elena Boschi e Marianna Madia, che hanno dichiarato, rispettivamente, 94.488 euro e 94.471. Tra i ministri con reddito più alto figurano certamente il titolare dei Trasporti Maurizio Lupi, con 181.743 euro, il ministro del Lavoro Giuliano Poletti (189.504), il responsabile dell'Ambiente Gian Luca Galletti (quasi 171mila euro) e il ministro della Cultura Dario Franceschini (156.582). Oltre i centomila euro i redditi del 2013 anche del ministro degli Esteri Paolo Gentiloni (109.656), del Guardasigilli Andrea Orlando (123.315), del ministro dell'Agricoltura Maurizio Martina (circa 111mila euro) e di quello dell'Istruzione Stefania Giannini (108.270). Leggermente inferiori i redditi del ministro della Difesa Roberta Pinotti (99.245), del responsabile della Salute Beatrice Lorenzin (98.471) e del titolare dell'Interno Angelino Alfano (97.978).

Renzi ha un reddito imponibile di 98.961 euro
Un reddito imponibile pari a 98.961 euro per il presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Il premier risulta inoltre comproprietario di due villini, uno a Pontassieve e l'altro nel comune di origine, Rignano, in provincia di Firenze. È inoltre comproprietario di un terreno, coltivato a olivi, nello stesso comune di Rignano, e di un box nell'abitazione di Pontassieve.

Grasso dichiara 316.018 euro, la Boldrini 115.338
Prima di iniziare con i redditi dei ministri, abbiamo curiosato fra le dichiarazioni dei redditi del presidente del Senato, Pietro Grasso, che nel 2014 ha dichiarato un reddito imponibile di 316.018 euro, e della presidente della Camera, Laura Boldrini, che ha un imponibile pari a 115.338.

Alfano: 97mila euro
Due paginette scarne e mal fotocopiate, segnalano la situazione patrimoniale del ministro dell'Interno Angelino Alfano, che ha dichiarato un imponibile di 97.978 euro.

Boschi: 94mila più 1.557 azioni di Banca Etruria
Un reddito imponibile di euro 94.488 e 1.557 azioni di Banca Etruria per un valore complessivo pari a 1.100 euro sono i numeri della dichiarazione del 2014 riferita ai redditi del 2013 del ministro alle Riforme Maria Elena Boschi.

Franceschini: redditi per 156mila euro
Dichiarazione di trasparenza in dieci pagine per il ministro alla Cultura, Dario Franceschini. Nella dichiarazione dei redditi 2014 (periodo d'imposta 2013) messa on line per le regole sulla trasparenza risulta un reddito imponibile di 156.582 euro.

Galletti ha redditi per poco più di 170mila euro
Imponibile di 170.954 euro per il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti. Nelle tre pagine della dichiarazione di trasparenza sui redditi 2014 (periodo d'imposta 2013) messa on line, il ministro rende noti anche i redditi della moglie Cristina Franchi.

Gentiloni ha un reddito di poco meno di 110mila euro
Il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, ha un reddito imponibile di 109.656 euro. Possiede azioni per un valore complessivo di 195mila euro«rispetto al 2013 variate solo per consistenza tranne l’acquisizione nuova di azioni: Generali, Intesa San paolo e Unicredit». È ministro dal 1° novembre 2014, nominato dopo le dimissioni del ministro Mogherini, ora Lady Pesc.

Giannini ha un reddito imponibile di 108mila euro
Il ministro dell'Istruzione Stefania Giannini, ha dichiarato un imponibile di 108.270 euro. La dichiarazione in quattro pagine ai fini della trasparenza è resa in qualità di coniuge dichiarante.

Guidi dichiara oltre 278mila euro
Il ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi, ha uno dei redditi più alti dell’esecutivo Renazi. Ha dichiarato un imponibile di 278.508. Possiede, poi, al 50% in comproprietà con la madre, un terreno, un fabbricato A/4 abitazione principale, un fabbricato C/6 pertinenza, un fabbricato C/2 pertinenza. Il tutto a Castelnuovo Rangone, in provincia di Modena. Piena proprietà, poi, di un fabbricato A/7 civile abitazione a Forte dei Marmi (Lu). Una nuda proprietà A/3 civile abitazione sempre a Forte dei Marmi e nuda proprietà al 50% di un terreno a Castel Nuovo Rangone. Nuda proprietà al 50% di 5 fabbricati a Castel Nuovo Rangone e al 100% di 2 fabbricati. Sempre nuda proprietà al 100% di un terreno e nuda proprietà al 33% di un altro terreno a Lama Mocogno (Mo). Il ministro dichiara di avere azioni in corso di cessione di Ducati energia Romania (2), Ducati energia Sud America (45.900) e Ducati Energia Investimentos in Brasile (1) . Oltre a 41 azioni di San Felice 1893 Banca Popolare. E sottolinea di essersi dimessa dagli incarichi di consigliere (e vicepresidente nel caso di Ducati energia spa) ricoperti prima di essere ministro.

Lanzetta: 64mila euro e vari immobili
Ministro senza portafoglio per gli affari regionali, Maria Carmela Lanzetta ha lasciato il 30 gennaio 2015 per assumere l’incarico di assessore regionale alle riforme istituzionali, semplificazione amministrativa, cultura, istruzione e pari opportunità della regione calabrese. Subito dopo aver rassegnato le dimissioni da ministro ha lasciato l'assessorato calabrese, in polemica per la nomina di un altro assessore. Nella dichiarazione 2014 ha dichiarato redditi nel 2013 per 64.380 euro. Risulta in possesso di 3 auto, una Mitsubishi Pajero del 2002, una Fiat Panda del 2005 e una Alfa 147 del 2008. È proprietaria al 100% di una casa a Roma e a Monasterace (Rc) e di quote dal 50 al 3,80% in sette immobili.

Lorenzin: 98mila euro
Dichiarazione in due pagine per il ministro alla Salute Beatrice Lorenzin. Dalla dichiarazione per la pubblicità della situazione patrimoniale dei redditi 2014 (periodo d'imposta 2013) messa on line risulta un reddito imponibile di 98.471 euro.

Lupi dichiara redditi per 181mila euro
Euro 181.743: è il reddito imponibile dichiarato dal ministro alle Infrastrutture Maurizio Lupi nelle due paginette presentate per la dichiarazione di pubblicità della propria situazione patrimoniale . Il ministro dichiara anche di aver venduto azioni della Fiera di Milano, cedute quote della società Tempi srl e di essere cessato dal 3 maggio 2013 dall'incarico di amministratore delegato della Fiera Milano Congressi.

Madia poco sopra i 98mila euro
Il ministro per la Semplificazione e Pubblica amministrazione, Maria Anna Madia, ha dichiarato un imponibile di 98.471 euro. Insieme al ministro Maria Elena Boschi, uno dei redditi più bassi dell’esecutivo Renzi.

A quota 111mila euro il ministro Martina
In due paginette il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina presenta la sua dichiarazione di trasparenza. Il reddito imponibile che risulta dalle carte è di 111.084 euro.

L’ex ministro Mogherini ha un reddito di 111mila euro
L’ex ministro degli Esteri, Federica Mogherini, ora Lady Pesc, ministro del governo Renzi fino al 31 ottobre 2014, ha dichiarato un reddito imponibile di 111.459 euro. Attualmente Federica Mogherini è Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza.

Orlando a quota 123mila euro
Reddito imponibile di 123.461 euro per il ministro alla Giustizia Andrea Orlando. Il
Guardasigilli nella sua dichiarazione ha reso “trasparenti” anche i redditi di padre, madre e sorella.

Padoan: residente all’estero, non ho l’obbligo di presentare la dichiarazione
Il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan ha dichiarato di possedere un appartamento a Roma (abitazione principale) e un box. Una Mercedes del 2012. La moglie Maria Grazia è proprietaria di due appartamenti a Roma e di una Opel Corsa del 2009. Il ministro conclude la pubblicazione della situazione patrimoniale con questa dichiarazione: «Il sottoscritto Pietro Carlo Padoan, già dipendente di una organizzazione internazionale (Ocse), residente all'estero e iscritto all'Aire fino al momento della nomina a ministro, non ha l'obbligo di presentare il mod. 730/2013 per i propri redditi, in quanto non soggetti a tassazione. In qualità di vice segretario generale e Capo economista dell'Ocse percepiva una retribuzione annua di circa 216 mila euro». La consorte, Maria Grazia Reitano, ha un reddito di 53mila euro.

Poco meno di 100mila euro per il ministro Pinotti
Dettagliatissima la dichiarazione per la pubblicità della situazione patrimoniale presentata dal ministro della Difesa Roberta Pinotti, stampata dal cassetto fiscale del ministro (come si evince dall’ultima pagina della dichiarazione presentata: il reddito imponibile è a quota 99.245 euro. Resi noti anche i redditi del marito, Giovanni Orengo.

Poletti a quota 189mila euro
Il ministro del Lavoro Giuliano Poletti ha dichiarato un imponibile di 189.504 euro. Nella dichiarazione di trasparenza resa in dieci pagine, il ministro dichiara poi di possedere due fabbricati (abitazione principale e box) e due terreni a Mordano, in provincia di Bologna. È anche proprietario di un'auto (Peugeot 207), di un camper (Trigano Vdl Fd1) e di una roulotte. Nella dichiarazione il ministro segnala anche i redditi della moglie Anna Venturini.


6 marzo 2015