ILSOLE24ORE.COM > Notizie Finanza e Mercati ARCHIVIO

Con i bond della Grecia perde solo la Regione Lombardia

di Sara Monaci

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
5 maggio 2010
Con i bond della Grecia perde solo la Regione


Sarà vero, come dice il presidente della Lombardia Roberto Formigoni, che la Grecia non andrà in default. E sarà anche vero che le finanze regionali godono di ben altre risorse rispetto ai 115 milioni del Pirellone impegnati in titoli ellenici, oggi definiti «spazzatura». Fatto sta che i "sirtaki bond" contenuti all'interno del fondo di ammortamento lombardo gestito da Ubs (tecnicamente un sinking fund) hanno perso il 6-7% del loro valore da quando sono stati acquistati nel 2002, a causa del crollo del rating della Grecia.
Il calcolo è stato elaborato dal Sole-24 Ore Lombardia ricostruendo l'andamento dei titoli acquistati da Ubs e Merrill Lynch per conto della Lombardia e inseriti all'interno del sinking fund, che serve ad accantonare le risorse per la restituzione del bullet bond da un miliardo di dollari della Lombardia, emesso nel 2002 dalle stesse banche. I titoli dovrebbero essere stati acquistati a 100,05 (percentuale del valore nominale); quello attuale è pari a 93,657. La perdita è quindi pari a circa 7-8 milioni.
La Regione non ha fornito i dati richiesti dal Sole-24 Ore Lombardia: né la data di acquisto, né quella di scadenza delle obbligazioni greche, né il codice identificativo dei titoli (Isin code). Alla richiesta di spiegazioni dal Pirellone è arrivato solo un «no comment».

Tanto vale rischiare
I titoli ellenici sembrerebbero più interessanti per le banche che per la Lombardia. Il sinking fund prevede infatti uno strano meccanismo: se i titoli rendono, la plusvalenza la intascano gli istituti di credito; se invece scendono, le passività sono tutte a carico del Pirellone. Un po' come se, in un casinò, le vincite spettassero sempre al banco e le perdite sempre al giocatore. Difficilmente qualcuno vorrebbe scommettere in una roulette così organizzata. Eppure la Lombardia, con il sinking fund gestito da Ubs e Merrill Lynch, da una parte accantona risorse per pagare il bond in scadenza nel 2032, ma dall'altra permette alle banche di usare a piacimento le stesse risorse accantonate.
Ovviamente le banche hanno tutto l'interesse ad acquistare i titoli più rischiosi, dato che al rischio corrisponde anche una maggiore redditività. E poi, per gli istituti di credito, c'è ben poco da rischiare: i profitti possono essere intascanti, mentre le eventuali perdite graverebbero solo nelle casse della Regione Lombardia. Tanto vale, quindi, comprare titoli ellenici (per le banche).

A chi conviene la Grecia
I titoli ellenici in pancia al Pirellone sono stati acquistati da Ubs, che attualmente per la Lombardia gestisce un portafoglio di 267,85 milioni, di cui appunto 155 investiti in Grecia.
L'emissione di questi titoli greci è avvenuta nel 1998, e la particolarità è che a gestirla è stata la stessa Ubs. La banca ha quindi collocato i titoli, poi se li è ricomprati attraverso il suo stesso sinking fund, utilizzando le risorse della Lombardia. Oltre alla sensazione che in questa operazione la banca potrebbe avere operato in conflitto di interessi, è facile ipotizzare che i titoli greci, già nel 1998, non fossero proprio appetibili sul mercato e che, rimasti nei libri contabili della banca troppo a lungo, dovessere essere poi "scaricati" in qualche modo.
Per la Lombardia si tratta però di titoli poco convenienti, proprio perché poco vendibili.

Cosa accadrà
La Grecia, spiega il governatore lombardo Formigoni, non fallirà. In realtà quello che sta avvenendo in queste settimane mostra come nemmeno i paesi europei siano immuni a pesanti crisi finanziarie. Un intreccio poco morigerato degli investimenti può pertanto creare problemi anche agli enti più stabili. La Grecia oggi verrà salvata, ma è difficile dire cosa accadrà da qui al 2028, quando i titoli ellenici in pancia alla Lombardia scadranno.
Più in generale, l'intero portafoglio del sinking fund lombardo può sembrare poco oculato. All'interno del paniere gestito da Ubs e Merrill Lynch ci sono anche i bond della Sicilia e del Lazio, regioni che non si caratterizzano esattamente per la loro stabilità contabile. Attualmente il sinking fund ammonta a 500 milioni, di cui 115 investiti in Grecia, 84 nel Lazio, 36,3 in Sicilia.

Milano, parte domani il processo derivati
Chi comanda in Lombardia con Formigoni

5 maggio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio


L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.