ECONOMIA &LAVORO

 
 
 
Dossier 2e4 Ruote
Speciale Ginevra 2009
 
HOME DEL DOSSIER
I numeri del mercato
Le auto, i nuovi modelli
L'industria, i protagonisti e i trend
Moto e scooter, novitÓ in sella
La tecnologia, come cambia l'auto
LE NORME, IL FISCO E LA BUROCRAZIA
I grandi saloni internazionali

Francia, 6 miliardi per aiutare Renault e Peugeot

di Attilio Geroni

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci

PARIGI. Come promesso, sono arrivati. Lo Stato francese darÓ 6 miliardi di euro in aiuti diretti ai due grandi costruttori automobilistici nazionali – Renault e Psa Peugeot CitroŰn – sotto forma di crediti a tasso agevolato rimborsabili in cinque anni. SarÓ lo stesso Nicolas Sarkozy, questo pomeriggio all'Eliseo, a dettagliare il piano di sostegno, ma giÓ si sa che i sussidi saranno equamente ripartiti tra le due case e che le contropartite dello Stato saranno mento stringenti di quanto anticipato finora. Ci sarÓ un impegno a non delocalizzare, a preservare per quanto possibile posti di lavoro in Francia, ma nessun obbligo di rilocalizzazione, come avrebbe desiderato lo stesso presidente della Repubblica. Questo aspetto, cosi' come l'idea circolata nei giorni scorsi di privilegiare negli acquisti di componentistica i fornitori nazionali, hanno incontrato la ferma opposizione dei costruttori e della Commissione europea, con la quale ha dovuto negoziare il segretario di Stato all'Industria Luc Chatel.

I prestiti non comportano un ingresso dello Stato nel capitale del gruppo Psa e tantomeno un rafforzamento in Renault, dove l'azionista publico ha giÓ una partecipazione del 15%. I tassi d'interesse saranno compresi tra il 6-7% contro l'11-12% riscontrabile nei tassi di mercato.
Un'altra condizione posta dal governo riguarda il potenziamento del fondo di sostegno ai fornitori. Presentato in novembre, questo fondo ha una dotazione di 300 milioni, di cui 100 a carico dello Stato e 100 ciascuno per le due case. Renault e Peugeot CitroŰn dovranno raddoppiare il loro impegno portando cosi' il capitale disponibile per l'investimento in aziende della componentistica a 500 milioni di euro.

L'Eliseo ha voluto presentare il piano prima della pubblicazione dei risultati 2008 dei due costruttori, prevista per entrambi in settimana. Sempre come contropartita, le case si impegnano a una politica di remunerazione equilibrata sia per quanto riguarda i bonus versati ai top manager sia per i dividendi da versare agli azionisti. In tarda mattinata il titolo Peugeot guadagnava oltre il 5% a 15,39 euro mentre Renault era in rialzo dell'1,5% a 16,88 euro.

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio

L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
 
 
 
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-