Mondo

La Russia abbassa le stime sul Pil: calerà tra il 3,9 e il…

  • Abbonati
  • Accedi
banca centrale russa

La Russia abbassa le stime sul Pil: calerà tra il 3,9 e il 4,4%

La banca centrale russa ha rivisto nettamente al ribasso le previsioni sul Pil di quest'anno da -3,2% a -3,9/-4,4 per cento. Il Pil si ridurrà ulteriormente nel 2016, quando si prevede una contrazione tra lo 0,5% e l’1 per cento. Oggi la Russia è già in piena recessione.

Riviste, in questo caso al rialzo, anche le stime sull’andamento dei prezzi. L'inflazione in Russia quest'anno raggiungerà il 12-13%, contro una precedente stima del 10,8%. L'inflazione - secondo Mosca - dovrebbe attestarsi attorno al 7-9% nel 2016 e al 4% nel 2017.

La fuga di capitali dalla Russia quest'anno si attesterà attorno agli 85 miliardi di dollari. Lo ha detto il governatore della banca centrale russa, Elvira Nabiullina. La stima precedente era di 93 miliardi di dollari.

Oggi la banca centrale ha mantenuto invariato all’11% il tasso di interesse di riferimento, dopo cinque riduzioni quest'anno, a causa dei rischi di un aumento dell'inflazione e un forte rallentamento economico. Il board della banca ha deciso di mantenere il tasso chiave all'11% a causa dei «rischi di inflazione più elevati e di un notevole raffreddamento dell'economia», ha spiegato la banca. Il rublo, dopo il crollo patito alla fine del 2014 e la successiva ripresa, è tornato a indebolirsi nelle ultime settimane e oggi è scambiato a quota 67 contro il dollaro.

© Riproduzione riservata