Mondo

Golden Globe, Morricone vince per la colonna sonora di «The Hateful…

  • Abbonati
  • Accedi
Golden

Golden Globe, Morricone vince per la colonna sonora di «The Hateful Eight» di Quentin Tarantino

NEW YORK – Intanto una sorpresa per l'Italia: Ennio Morricone a 87 anni ha vinto ieri notte il Golden Globe per la miglior colonna sonora del 2016 composta per il film The Hateful Eight di Quentin Tarantino. È stato Tarantino che ha ritiro il premio per conto di Morricone elogiandolo come uno dei “Grandi compositori di tutti i tempi… e voglio dire come Mozart…”.

Per il resto, “The Revenant” ha fatto il pieno ieri notte alla grande serata dei Golden Globe all'Hilton di Los Angeles: miglior film, miglior regia, Alejandro Inarritu, e miglior attore, Leonardo di Caprio. I tre premi principali? Forse eccessivo. Molti puntavano su Spotlight, un film che ricostruisce il tentative di insabbiare i casi dei padre pedofili in America. Ma forse il tema era troppo provocatorio e delicato. Vedremo cosa si deciderà agli Oscar. Di certo Di Caprio meritava il Golden Globe per la sua interpretazione e il film è bellissimo per fotografia e sfide tecnologiche, come la drammatica scena della sanguinosa lotta del protagonista, un esploratore nel vecchio Far West Americano, con un orso. Ma è anche molto lungo e a tratti ripetitivo.

Molto bene anche per “The Martian”, miglior film per la sezione commedia e miglior attore a Matt Damon: e' la storia di una missione spaziale su Marte, uno degli astronauti resta bloccato sul pianeta dove gli capitano mille avventure. Resta un dubbio per la scelta della Hollywood Foreign Press Association, l'associazone stampa estera a Hollywood (di cui è Presidente Lorenzo Soria un giornalista che scrive per l'Espresso e la Stampa): perché mai the Martian è stato inserito nella categoria commedia? Nessuno se lo spiegava, a partire dall'irriverente Ricky Gervais, il presentatore della serata, scoppiettante e provocatorio come sempre, nei confronti dei colleghi, dello stesso spettacolo ( “questo spettacolo è davvero lungo…una noia….questo premio? Non significa nulla; Mel Gibson? Sul commento la diretta ha tagliato per oscenità).

Due premi al film su Steve Jobs miglior attrice a Kate Winslet e miglior sceneggiatura a Aaron Sorkin. Il premio per miglior attrice sezione commedia è andato a Jennifer Lawrence per Joy e quello per la sezione drammatica è andato a Brie Larson per Room. Fra le sorprese un premio come migliore attrice per una serie televisiva American Horror Story a Lady Gaga: ”Da sempre volevo fare l'attrice, poi la musica si è messa di mezzo…sono commossoa e felice”. Da lei ci si aspettava qualcosa di un po' più aggressivo o quanto meno autoironico. Sorpresa anche per un premio come miglior attore non protagonista a Sylvester Stallone per Creed «era dal 1977 che non vincevo un premio ve ne sono grato» ha dato davanti alla folla di gente del showbusiness in piedi per onorarlo. Premio alla carriera a Denzel Washington. Miglior attrice per serie televisiva sezione musicale o commedia è andato a Rachel Bloom, come migliore serie televisiva è stato premiato Wolf Hall, ma è stato Mozart in the Jungle ad aver preso due premi uno di essi come migliore serie televisiva sezione commedia o musical. Serata divertente, rapida e interessante. Ora si attende il confronto con gli Oscar.

© Riproduzione riservata