Viaggi24

Parigi, weekend a due

  • Abbonati
  • Accedi
City Break

Parigi, weekend a due

  • – di Arianna Garavaglia
La Senna e Notre Dame (ph IPA)
La Senna e Notre Dame (ph IPA)

Che esista Parigi e che qualcuno scelga di vivere in qualunque altra parte del mondo rester sempre un mistero per me. quello che Woody Allen, fa dire a Owen Wilson, protagonista del film del 2011 "Midnight in Paris" nel quale recita nei panni dello sceneggiatore di Hollywood che si trova catapultato nella Parigi degli Anni '20.

Parigi una delle citt cinematografiche per eccellenza. Il cinema americano l'ha sempre usata come set per raccontare amori romantici o sfortunati. I quai della Senna, i ponti monumentali, le guglie di Notre Dame e l'architettura del Grand Palais, sono lo sfondo ideale per l'avventura sentimentale.
Qui ha vissuto, in tanti film, Audrey Hepburn. Si consumata d'amore e di tisi Nicole Kidman in "Moulin Rouge". Ha provato a stabilirsi sulla Senna perfino Carrie, la protagonista di "Sex and the city", che lascia New York per seguire l'ennesimo amore sbagliato nella capitale francese.

A rendere omaggio al fascino romantico di Parigi ha pensato anche il gruppo alberghiero Marriott Hotels che ha prodotto il cortometraggio "French Kiss" ambientato tra le vie di Parigi. Protagonista un giovane americano in citt per lavoro che sugli Champs-lyses incontra lo sguardo di una bellissima parigina. Folgorato si lancia al suo inseguimento mentre sullo sfondo scorrono gli scorci pi romantici di Parigi, vera protagonista della pellicola.
Si tratta della prima volta che un gruppo alberghiero indossa i panni del produttore cinematografico.

GUARDA LA GALLERY

Partendo spunto dalle commedie ambientate in citt ecco un itinerario a tappe lunga la Senna.

Macarons al Trocadro e il museo delle culture
Punto di partenza l'area monumentale del Trocadro con vista sulla Tour Eiffel. Affollatissima di turistii e scolaresche meglio fare una tappa da Carette Trocadero, pasticceria storica fondata nel 1927 in 4 Place du Trocadro et du 11 Novembre. Il locale famoso per i macarons, torte, praline e gelati e i tavolini all'aperto.

Attraversando la Senna si arriva al quai de Branly. Da non perdere il bel Muse du Quai Branly, museo delle arti e civilt d'Africa, Asia, Oceania e Americhe. Edificio di cinque piani che lo ospita immerso nel verde ed stato progettato da Jean Nouvel.
Oltre alle collezioni permanenti in mostra fino al 26 luglio si trovano i maestri della scultura della Costa d'Avorio.

Parigi Art Nouveau e le gallerie dei libertini
Usciti dal museo si prosegue e si incontra il monumentale ponte Alessandro III che collega l' Htel des Invalides al Grand Palais e al Petit Palais. Il ponte monumento storico ed decorato da statue imponenti.
Il Grand Palais e il Petit Palais, padiglioni espostivi in Art Nouveau, oggi sede di musei con importanti collezioni permanenti e mostre temporanee.

Proseguendo verso il Louvre si trovano i "passages", gallerie costruite nell'Ottocento e frequentate per fare shopping, passeggiare e perdere tempo guardando vetrine di negozi. Le gallerie di Montpensier, Beaujolais, di Valois e di Proues formano l'insieme delle galeries du Palais-Royal. Questo era un luogo frequentato dai libertini del XVIII secoli, oggi qui si trovano i negozi pi eleganti di Parigi come lo store di Stella McCartney e quello di Marc Jacobs e poi la boutique di Didier Ludot, paradiso per gli amanti del vintage.

Si prosegue a piedi lungo la Senna oppure con tre fermate della prima linea della metropolitana si arriva a Saint Paul, al Marais, insieme affascinate di vie di origine medievale, strade lastricate e cortili. Al Marais si passeggia senza meta e si fa tappa nelle piccole boutique, nei tanti locali dove fare un aperitivo e si incrociano diversi negozi kasher, a ricordare l'origine ebraica della zona a nord dell'le Saint-Louis.

Da non perdere anche il Muse Picasso e la sua collezione di opere dell'artista di Malaga e il Muse Carnavalet, sulla storia della citt.

Per saperne di pi e per organizzare il vostro viaggio consultate la pagina degli indirizzi

© Riproduzione riservata