ILSOLE24ORE.COM > Notizie Cultura e Tempo libero ARCHIVIO

L'America, la pace e quattro passi

di Gianni Riotta

Pagina: 1 2 di 2
commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
14 Marzo 2010
La pace e quattro passi (Foto Afp)

«... PAGINA PRECEDENTE
Il più grande tifoso che l'Europa avesse alla Casa Bianca è oggi cauto: «Sono agnostico – dice Kupchan – l'Europa ha paura del mondo globale, i paesi dell'Est son stati assorbiti troppo in fretta, la Turchia dimenticata. Siete delusi da Obama, dopo esservi troppo illusi. È stagione di prudenza, per tutti».

Anche sul giovane presidente Kupchan suggerisce cautela: «È leader straordinario, il mondo lo ha guardato con ammirazione. Il suo approccio alla politica resta però fermo, a volte, al primo passo della conciliazione che ho studiato, è come se offrisse la mano e poi restasse sorpreso se il nemico non gliela stringe subito con entusiasmo. È uomo di idee, ma nel mondo contano anche forza e interessi. Non dimenticare che la politica, negli Usa come qui da voi in Europa, sta diventando sport brutale. Temo che governare Washington sia impossibile, risse, fazioni ovunque. Durante la Guerra Fredda la politica estera era condivisa, oggi nei talk show ci si dà con disinvoltura del traditore. Sono tempi da estremisti, a destra accusano Obama di essere comunista, a sinistra gli danno del venduto».

Il professor Kupchan torna a guardare il sole che illumina la Serenissima. I suoi «quattro passi da nemici ad amici» sarebbero necessari anche nei nostri paesi, Usa come Italia. Deporre le armi, riconoscersi, dialogare, accettare valori comuni. Quando Washington e Roma sapranno essere saggi come Onondaga? Per cominciare dovremmo certo smettere di avvelenare i pozzi della verità, dell'informazione, come si fa in guerra. È quanto propone la filosofa Franca D'Agostini nel suo saggio Verità avvelenata (Boringhieri): e varrà di parlarne ancora, in questi giorni plumbei di campagna elettorale.
gianni.riotta@ilsole24ore.com

LIBRI / How Enemies Become Friends
Il premier cinese Wen Jabao: «Basta pressioni sullo yuan»
Stati Uniti-Cina: capire il G-2 studiando il debito americano (di Mario Margiocco)
La nemesi di Bretton Woods (di Riccardo Sorrentino)

14 Marzo 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Pagina: 1 2 di 2
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio


L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
7 maggio 2010
 
Aguilera ambasciatrice contro la fame
La consegna dei David di Donatello
Man Ray a Fotografia Europea
Elegante e brutale. Jean-Michel Basquiat alla Fondation Beyeler di Basilea
"World Press Photo 2010". Fotografie di autori vari
 
 
dal 21 al 24 Maggio 2020
1 Gli anni più belli 4822786   
2 Bad Boys for Life 882212   
3 Il richiamo della foresta 680273   
4 Parasite 5142949   
5 Sonic. Il film 2194723   
6 Odio l'estate 7339961   
7 Cattive acque 263009   
8 La mia banda suona il pop 240521   
9 Dolittle 4522635   
10 Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn) 348839   
tutti i film nelle sale » tutti i dettagli »

Trovo Cinema

Scegli la provincia
Scegli la città
Scegli il film
Tutti i film
Scegli il cinema
Tutti i cinema
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-