Lifestyle

Oltre 700 italiani all’Ötztaler, regina delle Granfondo sulle…

  • Abbonati
  • Accedi
CICLISMO

Oltre 700 italiani all’Ötztaler, regina delle Granfondo sulle Alpi

Gambe, cuore, ma soprattutto testa. Servono questi tre elementi, da far funzionare bene all’unisono, per superare i 238 chilometri e i 5.500 metri di dislivello della Ötztaler Radmarathon, una delle pił dure gare ciclistiche per amatori sulle Alpi che si svolgerą domani 30 agosto fra le strade di Austria e Italia. Si parte da Sölden, nella valle tirolese dell’Ötztal, si sale al Kühtai (2.020 metri), proseguendo in direzione Brennero (1.377 metri), si sconfina in Italia a Vipiteno attraversando successivamente i passi Giovo (2.090) e l’infinito Rombo con i suoi 29 chilometri di ascesa fino a 2.509 metri, per poi chiudere l’anello nella localitą austriaca.

I pił rapidi impiegheranno almeno 7 ore per raggiungere il traguardo, gli altri seguiranno alla spicciolata e sarą gią buio quando arriverą l’ultimo concorrente, che sarą atteso e premiato come consuetudine a fianco dei vincitori. La maggior parte degli oltre 4mila iscritti (selezionati fra pił di 19mila richieste da 37 nazioni diverse) proviene dalla Germania (2.510) e dalla stessa Austria (980), ma anche la pattuglia italiana sarą ben nutrita con 751 ciclisti da 72 province. Al via, che sarą dato alle ore 6.45 dai tiratori scelti austriaci con un potente colpo di cannone, non mancheranno personalitą sportive di spicco come Jan Ullrich e l’ex campione di sci Frank Wörndl. Tutti si augureranno un meteo clemente, dopo le ultime edizioni appesantite dalla pioggia e dal freddo nonostante la stagione estiva. Tutti inseguiranno il loro piccolo grande «traum»: il sogno della Ötztaler.

© Riproduzione riservata