House Ad
House Ad
 

Commenti e Inchieste

Caro Tacito, vieni un po' qui succede di tutto

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 22 agosto 2010 alle ore 14:24.

«I genitori non abituano nemmeno più i figli alla probità e alla modestia... Mi sembra che i difetti vengano quasi concepiti dentro il ventre stesso delle madri: parlo della infatuazione per la gente dello spettacolo, le automobili e i calciatori: quanto tempo, seppur breve, può concedere agli studi un animo assediato e preso da questi pensieri? E dove troviamo un giovane che parli di qualcos'altro a casa sua? E se entriamo talvolta in una scuola, che altro genere di discorsi possiamo sentire tra gli adolescenti? Persino i maestri non parlano d'altro!».

Bravo, bene! Che tempi miserabili viviamo! Un attimo, stiamo parlando del XXI secolo? Non proprio: se come oggetti dell'infatuazione sostituiamo istrioni, cavalli e gladiatori, eccoci planare nelle scuole del I secolo d.C. così come descritte da Messala, personaggio del dialogo De Oratoribus di Publio Cornelio Tacito.

L'estate serve a rilassarsi e riflettere e nulla più degli autori classici aiuta in questo compito. Attraverso le loro parole comprendiamo come l'animo umano mantenga costanti alcune caratteristiche e come certi problemi che ci sembrano dell'oggi siano invece eterni. D'altra parte, ci rendiamo conto che alcuni stati di fatto e convinzioni che appaiono granitici, col passar del tempo non son più tali. Tacito, il grande storico vissuto tra il I e il II secolo d.C., ci guida in questo slalom tra il permanente e il transeunte anche nel suo testo sull'oratoria, concepito come un dialogo tra tre personaggi principali, Materno, Messala e Apro (senatori ricchi e di rango, sebbene quest'ultimo provinciale), i quali prima si confrontano su vizi e virtù dell'eloquenza e della poesia e poi si chiedono se fossero migliori gli oratori antichi o i moderni.

Due temi in particolare mi son sembrati attuali. Il primo riguarda le parcelle degli avvocati. Con buona pace del Consiglio nazionale forense, all'epoca non solo nessuno pensava alle tariffe minime, ma anzi varie leggi, a partire dalla Lex Cincia de donis et muneribus del 204 a.C, vietavano qualsiasi tipo di remunerazione per le difese legali. Come succede sempre quando il legislatore dispone divieti assurdi e impone i prezzi, la legge veniva tranquillamente elusa, ma nella mentalità aristocratica dell'epoca, l'uomo di rango continuava a poter svolgere determinate attività solo da dilettante e non come - esclama il nobile Messala - sordidissimis artificiis, cioè delle sordide attività artigianali. È chiaro? L'avversario dell'imprenditore, di chi crea la ricchezza col proprio lavoro, è l'aristocratico che ha diritti acquisiti e che appartiene, insomma, alla "casta". E questo vale anche per gli oratori i quali, come osserva l'homo novus Apro, grazie alla loro capacità non dipendono nemmeno dall'imperatore ma si raccomandano solo a loro stessi, propiziano solo il loro genio e sperimentano solo la propria liberalità!

L’articolo continua sotto

Tags Correlati: Publio Cornelio Tacito

 

Il secondo tema concerne il mercato delle idee. Qui il dialogus diventa un capolavoro, perché Materno esalta in modo così paradossale il sistema autoritario, in cui non c'è bisogno di tante discussioni tra la moltitudine e gli inesperti quando a decidere è soltanto unus et sapientissimus, da far trasparire un'amara ironia per la libertà perduta. La concorrenza migliora non solo i prodotti, ma le idee, la cultura e naturalmente l'eloquenza che più è stata sul «campo di battaglia, più avversari valorosi ha affrontato in combattimenti accaniti e più si muove in alto, nobilitata dal pericolo». La libertà rende migliori, allora come ora, non dimentichiamolo.

Shopping24

Da non perdere

L'esempio di Baffi e Sarcinelli in tempi «amari»

«Caro direttore, ho letto (casualmente di fila) i suoi ultimi tre memorandum domenicali. Da

L'Europa federale conviene a tutti

Ho partecipato la scorsa settimana a Parigi a un incontro italo francese, dedicato al futuro

Non si può privatizzare la certezza del diritto

In questa stagione elettorale, insieme ad un notevole degrado, non solo lessicale, ma anche di

Le sette criticità per l'economia Usa

Quale futuro si prospetta per l'economia degli Stati Uniti e per quella globale, inevitabilmente

Sull'Ilva non c'è più tempo da perdere

La tensione intorno al caso dell'Ilva non si placa. Anzi, ogni giorno che passa – nonostante i

Casa, la banca non ti dà il mutuo? Allora meglio un affitto con riscatto. Come funziona

Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è


Jeff Bezos primo nella classifica di Fortune «businessperson of the year»

Dai libri alla nuvola informatica: Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon,

Iron Dome, come funziona il sistema antimissile israeliano che sta salvando Tel Aviv

Gli sporadici lanci di razzi iraniani Fajr-5 contro Gerusalemme e Tel Aviv costituiscono una

Dagli Assiri all'asteroide gigante del 21/12/2012, storia di tutte le bufale sulla fine del mondo

Fine Del Mondo, Armageddon, end of the World, Apocalypse? Sembrerebbe a prima vista roba da