House Ad
House Ad
 

Cultura-Domenica > Cinema

La vittoria di Nassirya. Il gran premio di Controcampo italiano assegnato a «20 sigarette» di Amadei

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 09 settembre 2010 alle ore 15:58.

Il gran premio di Controcampo italiano 2010 della Mostra del Cinema di Venezia è andato a «20 Sigarette». Commozione sul palco di Aureliano Amadei, che firma con Francesco Trento il romanzo da cui è tratto il film e la regia di questo suo primo lungometraggio. Coinvolto nel 2003 nella strage Nassirya, Amadei ha ricevuto il premio dalla giuria con grandissima commozione dicendo: «Non sono mai stato vivo come oggi». La giuria ha conferito la menzione speciale all'attore Vinicio Marchioni, interprete del film.
La scelta della giuria, presieduta da Valerio Mastandrea, è stata unanime.

Il film ha suscitato più di una polemica nell'ambito del ministero della Difesa. Nel 2003 Aureliano Amadei è stato testimone diretto della strage di Nassirya, dove si trovava come aiuto regista di una troupe italiana: rimase coinvolto nell'evento, riportando gravi ferite permanenti. Il film è stato premiato per «la densità del racconto, che si svolge al ritmo di una verità che diviene storia personale con intelligenza ed ironia» e giunge all' «esercizio di libertà» dal «proprio vissuto, dai pregiudizi, dal proprio dolore».

Per quanto riguarda la menzione speciale, Marchioni, che interpreta il ruolo avuto da Amadei nella realtà, è stato premiato «per la prova d'attore in «20 sigarette» con la quale ci permette di vivere in prima persona la vicenda narrata attraverso la perfetta combinazione di istinto e tecnica».

Primo a salire sul palco è stato l'attore, che ha dedicato il riconoscimento «al grande cuore di Nicolò Fabi» e ha subito chiamato con sè Amadei, ringraziandolo «di quanto mi ha saputo dare per raggiungere questa interpretazione», e la collega Carolina Crescentini.
È quindi seguita la proclamazione del vincitore di Controcampo: Amadei, urlando di gioia, è tornato sul palco, dove è crollato a terra per la felicità, e ha chiamato con sè collaboratori, coautori e attori presenti in sala. Ha quindi lasciato le stampelle su cui si regge per tenere con entrambe le mani la targa del premio, al quale si è aggiunta anche la consegna di 40mila euro messi a disposizione da Kodak «per il suo secondo film».

Tags Correlati: Aureliano Amadei | Carolina Crescentini | Controcampo | Cultura | Francesco Trento | Kodak | Nassirya | Nicolò Fabi | Valerio Mastandrea | Vinicio Marchioni

 

Trovo Cinema

Tutti i film

Tutti i cinema

Database del cinema

Film

Artisti

Tutto

Shopping24

Da non perdere

L'esempio di Baffi e Sarcinelli in tempi «amari»

«Caro direttore, ho letto (casualmente di fila) i suoi ultimi tre memorandum domenicali. Da

L'Europa federale conviene a tutti

Ho partecipato la scorsa settimana a Parigi a un incontro italo francese, dedicato al futuro

Non si può privatizzare la certezza del diritto

In questa stagione elettorale, insieme ad un notevole degrado, non solo lessicale, ma anche di

Le sette criticità per l'economia Usa

Quale futuro si prospetta per l'economia degli Stati Uniti e per quella globale, inevitabilmente

Sull'Ilva non c'è più tempo da perdere

La tensione intorno al caso dell'Ilva non si placa. Anzi, ogni giorno che passa – nonostante i

Casa, la banca non ti dà il mutuo? Allora meglio un affitto con riscatto. Come funziona

Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è


Jeff Bezos primo nella classifica di Fortune «businessperson of the year»

Dai libri alla nuvola informatica: Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon,

Iron Dome, come funziona il sistema antimissile israeliano che sta salvando Tel Aviv

Gli sporadici lanci di razzi iraniani Fajr-5 contro Gerusalemme e Tel Aviv costituiscono una

Dagli Assiri all'asteroide gigante del 21/12/2012, storia di tutte le bufale sulla fine del mondo

Fine Del Mondo, Armageddon, end of the World, Apocalypse? Sembrerebbe a prima vista roba da