House Ad
House Ad
 

Cultura-Domenica > Cinema

«The Social Network», fenomeno anche in sala

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 11 novembre 2010 alle ore 09:36.

I fan di Facebook erano scettici circa le possibilità di riuscita di un film sul loro non-luogo di elezione. E invece The Social Network ha conquistato la generazione under-25 che negli Stati Uniti ha rappresentato il 55% degli spettatori di un blockbuster da 150 milioni di dollari (in un mese), ovvero tre volte il budget di produzione: non male per un autore, David Fincher, che dopo i successi Seven e Fight Club aveva deluso con Il curioso caso di Benjamin Button, nonostante la presenza di Brad Pitt. The Social Network non poteva neanche vantare una star, giacché Justin Timberlake vi ricopre un ruolo minore, e la storia si concentra sul poco noto Jesse Eisenberg nei panni di Mark Zuckerberg, il fondatore di Facebook.

The Social Network ha saputo creare attesa nella generazione web attraverso una campagna di marketing virale cominciata tre mesi prima dell'uscita americana con un trailer in rete a schermo nero su cui apparivano cinque termini per descrivere Zuckerberg: punk, genio, profeta, traditore, billionaire. Un mese dopo, un altro trailer snocciolava alcune battute del film, digitate in forma di chat: una strategia di marketing che ha gratificato l'ego degli utenti del web, mostrando di conoscerne bene i codici di comunicazione.
Le numerose anteprime per i media tradizionali hanno fatto il resto, catapultando The Social Network in prima pagina come «il film dell'anno». E la ciliegina sulla torta l'ha messa Zuckerberg, noleggiando un cinema di Palo Alto che proiettava il biopic e spedendoci tutti i suoi dipendenti.

Tags Correlati: Benjamin Button | Brad Pitt | David Fincher | Fight Club | Internet | Jesse Eisenberg | Justin Timberlake | Mark Zuckerberg |

 

Trovo Cinema

Tutti i film

Tutti i cinema

Database del cinema

Film

Artisti

Tutto

Shopping24

Da non perdere

L'esempio di Baffi e Sarcinelli in tempi «amari»

«Caro direttore, ho letto (casualmente di fila) i suoi ultimi tre memorandum domenicali. Da

L'Europa federale conviene a tutti

Ho partecipato la scorsa settimana a Parigi a un incontro italo francese, dedicato al futuro

Non si può privatizzare la certezza del diritto

In questa stagione elettorale, insieme ad un notevole degrado, non solo lessicale, ma anche di

Le sette criticità per l'economia Usa

Quale futuro si prospetta per l'economia degli Stati Uniti e per quella globale, inevitabilmente

Sull'Ilva non c'è più tempo da perdere

La tensione intorno al caso dell'Ilva non si placa. Anzi, ogni giorno che passa – nonostante i

Casa, la banca non ti dà il mutuo? Allora meglio un affitto con riscatto. Come funziona

Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è


Jeff Bezos primo nella classifica di Fortune «businessperson of the year»

Dai libri alla nuvola informatica: Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon,

Iron Dome, come funziona il sistema antimissile israeliano che sta salvando Tel Aviv

Gli sporadici lanci di razzi iraniani Fajr-5 contro Gerusalemme e Tel Aviv costituiscono una

Dagli Assiri all'asteroide gigante del 21/12/2012, storia di tutte le bufale sulla fine del mondo

Fine Del Mondo, Armageddon, end of the World, Apocalypse? Sembrerebbe a prima vista roba da