House Ad
House Ad
 

Cultura-Domenica > Cinema

«Più pilu per tutti». L'Italia (reale) di La Qualunque

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 19 gennaio 2011 alle ore 19:09.

«Perché Cetto La Qualunque torna in Italia dopo una lunga latitanza all'estero? È stata una sua scelta rientrare in patria dopo un esilio forzato ai Caraibi oppure qualcuno l'ha costretto?» Con queste domande si apre «Qualunquemente», il film più atteso tra le uscite di questa settimana.

Nella parte del protagonista c'è naturalmente Antonio Albanese (che torna a lavorare per il cinema a due anni di distanza da «Questione di cuore» di Francesca Archibugi) nei panni di uno dei suoi personaggi più amati: Cetto La Qualunque, imprenditore e politico calabrese senza scrupoli, apparso per la prima volta nel 2003 all'interno del programma della Rai «Non c'è problema», ha raggiunto il grande successo con la Gialappa's Band a «Mai dire Domenica» e come ospite del programma di Fabio Fazio «Che tempo che fa».
Un'idea certamente rischiosa quella di portare al cinema un personaggio cult della televisione, ma Albanese si è dichiarato convinto di vincere quest'ambiziosa sfida: «Ci abbiamo lavorato due anni, l'abbiamo pensato e ripensato. La molla decisiva è stata l'incontro con Giulio Manfredonia, per me il regista più in forma del momento».
Manfredonia, autore ancora poco noto al grande pubblico, ha esordito nel 2001 con la commedia fantastica «Se fossi in te» che vedeva come interpreti principali Fabio De Luigi, Gioele Dix ed Emilio Solfrizzi. Il suo primo successo arriverà però nel 2008 grazie al toccante «Si può fare», pellicola (con protagonista Claudio Bisio) ispirata alle vicende delle cooperative sociali nate negli anni '80 per dare lavoro ai pazienti dimessi dai manicomi in seguito alla legge Basaglia

Un film sensibile e delicato, proprio come si preannuncia essere «Qualunquemente» che, sotto una superficie comica e spassionata, sviluppa una forte riflessione sulla situazione politica odierna in Italia.

Cetto La Qualunque è il fondatore del Partito du Pilu (il programma politico è scaricabile dal sito www.partitodupilu.it ) le cui linee guida promettono ai sostenitori una grande abbondanza di donne: il vero debole e la grande passione del personaggio di Albanese.
Praticamente impossibile non riscontrare dei collegamenti con le recenti vicende politiche che stanno occupando le prime pagine di tutti i quotidiani italiani: le polemiche saranno quindi assicurate con «Qualunquemente» che, a qualche settimana di distanza dall'uscita nelle sale italiane, verrà presentato anche nella sezione Panorama del prossimo Festival di Berlino (che si svolgerà dal 10 al 20 febbraio).

L’articolo continua sotto

Tags Correlati: Antonio Albanese | Cetto La Qualunque | Claudio Bisio | Du Pilu | Emilio Solfrizzi | Fabio Fazio | Francesca Archibugi | Gioele Dix | Italia | RAI | Teatro

 

Per smorzare queste possibili polemiche Albanese, con grande ironia, ha rilasciato questa dichiarazione a nome del suo personaggio: «Caro pubblico femminile e, superfluamente, molto meno caro pubblico maschile, tra le mille domande inutili che si fanno oggigiornamente ad un politico moderno come me mi è stato anchemente chiesto qual è la mia opinione sul film Qualunquemente. […] Cosa mi aspetto da questo film? Quello che mi aspetto tutti i giorni quando mi sveglio: pilu. Io avevo proposto di intitolarlo col mio numero di cellulare, per risparmiare tempo, ma in Italia la creatività non paga. Io sì. Io pago, e in contanti».

Un comunicato che si conclude con una firma che non passa certamente inosservata: «Qualunquemente vostro, Cetto La Qualunque».

Trovo Cinema

Tutti i film

Tutti i cinema

Database del cinema

Film

Artisti

Tutto

Object not found!

Object not found!

The requested URL was not found on this server. If you entered the URL manually please check your spelling and try again.

If you think this is a server error, please contact the webmaster.

Error 404

piuletti.online.gruppo24.net
Fri May 24 00:17:35 2024
Apache/2.2.12 (Linux/SUSE)

Shopping24

Da non perdere

L'esempio di Baffi e Sarcinelli in tempi «amari»

«Caro direttore, ho letto (casualmente di fila) i suoi ultimi tre memorandum domenicali. Da

L'Europa federale conviene a tutti

Ho partecipato la scorsa settimana a Parigi a un incontro italo francese, dedicato al futuro

Non si può privatizzare la certezza del diritto

In questa stagione elettorale, insieme ad un notevole degrado, non solo lessicale, ma anche di

Le sette criticità per l'economia Usa

Quale futuro si prospetta per l'economia degli Stati Uniti e per quella globale, inevitabilmente

Sull'Ilva non c'è più tempo da perdere

La tensione intorno al caso dell'Ilva non si placa. Anzi, ogni giorno che passa – nonostante i

Casa, la banca non ti dà il mutuo? Allora meglio un affitto con riscatto. Come funziona

Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è


Jeff Bezos primo nella classifica di Fortune «businessperson of the year»

Dai libri alla nuvola informatica: Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon,

Iron Dome, come funziona il sistema antimissile israeliano che sta salvando Tel Aviv

Gli sporadici lanci di razzi iraniani Fajr-5 contro Gerusalemme e Tel Aviv costituiscono una

Dagli Assiri all'asteroide gigante del 21/12/2012, storia di tutte le bufale sulla fine del mondo

Fine Del Mondo, Armageddon, end of the World, Apocalypse? Sembrerebbe a prima vista roba da