Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 26 marzo 2011 alle ore 16:40.

My24
Alla ricerca del fiume nascosto: un documentario svela il mistero del CarsoAlla ricerca del fiume nascosto: un documentario svela il mistero del Carso

A Skocjan (San Canziano), nella moderna Slovenia, un gigantesco abisso precipita nel vuoto. Sul fondo scorre un fiume, il Reka, che qui abbandona la superficie per iniziare un lungo viaggio sotterraneo. Un viaggio nell'oscurità di oltre 50 km che oggi unisce Slovenia e Italia passando sotto i boschi del Carso e la città di Trieste, fino a sfociare nel Mare Adriatico con il nome di Timavo.

Il Reka-Timavo è un fenomeno unico al mondo e un mistero che ispira da secoli sempre lo stesso sogno: individuare un accesso al mitico fiume, scavare nella roccia viva fino a 300 metri di profondità, alla ricerca delle vie oscure dell'acqua sotto il Carso.

I cercatori d'acqua
«Alla ricerca del fiume nascosto» in onda domenica 27 marzo alle 22.30 su National Geographic Channel (canale 403 di Sky) racconta un' impresa di giovani speleologi che hanno preso il posto dei grottenarbeiter (lavoratori di grotta), i protagonisti di ieri, quelli che avevano iniziato a cercare l'acqua nel lontano 1820. Il documentario, realizzato e diretto da Tullio Bernabei, ricostruisce i numerosi tentativi di esplorazione effettuati negli ultimi due secoli e segue due gruppi di speleologi scesi nelle viscere della terra alla ricerca di questo leggendario corso d'acqua. Un sfida durata tre anni di lavoro, necessari anche per cogliere dal vivo momento irripetibili, come le piene eccezionali del Timavo, con la troupe che ha a trascorsoe 650 ore nel sottosuolo (quasi un mese) per oltre 60 ore di girato, trasportato circa 2 tonnellate di materiali su e giù per 58 km di pozzi, a forza di braccia e gambe: tra questi 2,5 km di cavi elettrici e 350 kg di luci.

Commenta la notizia

Ultimi di sezione

Shopping24

Dai nostri archivi