Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 25 maggio 2011 alle ore 12:42.

My24

Alba Rohrwacher, Fabrizio Gifuni, Alessandro Gassman, Filippo Timi, Elio Germano, Danio Manfredini, Marco Baliani, ma anche Anna Maria Guarnieri, Luca De Filippo, Daniel Pennac, Giuseppe Bertolucci e Mario Martone e tanti altri. Una stagione di proposte giovani, attuali, intelligenti, impegnate, provocatorie, inedite.

Un cartellone che punta a IMPARENTARE lo spettatore. Un gioco di parole che il Teatro Franco Parenti ha scelto come motto per la prossima stagione teatrale. «Niente è ovvio, ti metti in poltrona e non sai cosa succederà, dove sarai o dove andrai». Andrée Ruth Shammah, regista, imprenditrice e responsabile unica del Franco Parenti, scorre i numerosi appuntamenti della nuova stagione 2011-2012: «Vogliamo che il nostro pubblico decida al più presto di ‘imparentarsi', che faccia parte di questo teatro, di questa famiglia. Un pubblico speciale, che ama il gioco dell'intelligenza».

E sarà sicuramente accontentato da un Cartellone che parte il 4 ottobre con Terra Promessa di Marco Baliani e Felice Cappa e finisce nel maggio 2012 con Padre Cicogna di Eduardo De Filippo, musica di Nicola Piovani e voce recitante Luca De Filippo. Molte le produzioni del teatro milanese che ha finalmente inaugurato i nuovi spazi teatrali di via Pierlombardo con una grande festa, dopo aver saldato tutti i debiti per la ristrutturazione.

Sarà proposto Favola di e con Filippo Timi (fine dicembre) e Karenina con la regia di Giuseppe Bertolucci, in scena Sonia Bergamasco ed Emanuele Trevi. Ci sarà anche il gioiellino Esequie Solenni di Antonio Tarantino, regia della Shammah, con Ivana Monti e Sara Bertelà. E ancora produzioni come Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupery, nato da un'idea di Fabrizio Gifuni e Sonia Bergamasco e La Belle Joiouse con Anna Bonaiuto. In calendario anche sorprese del calibro di Daniel Pennac che sarà impegnato nella lettura di Bartleby lo Scrivano di Melville, ma anche Alba Rohrwacher che interpreterà E' stato così di Natalia Ginzburg e Alessandro Gassman che porterà in scena Roman e il suo cucciolo di Povod, così come Elio Germano sarà sul palco con Thom Pain di Will Eno.

Dall'11 ottobre andrà in scena 456 scritto e diretto da Mattia Torre, uno spettacolo che ha raccolto successo solo con il passaparola. Assicurata la presenza di ‘mostri sacri' come Anna Maria Guarnieri e Luca De Filippo. Il momento forte è riservato alla Societas Raffaello Sanzio che interverrà con la performance Sul concetto di volto nel Figlio di Dio di Romeo Castellucci (24-28 gennaio 2012). Infine il grande appuntamento con il teatro russo con Idiotas di Fedor Dostoevskij, spettacolo in lingua lituana sovratitolato in italiano: «un progetto ancor più ampio – ha spiegato Shammah – che coinvolge la scuola di Massimo Navone e che gode della collaborazione del gruppo Eni».

Finita quindi la grande fatica della ristrutturazione, finalmente la festa di inaugurazione che saluta il successo della stagione passata (2010-011): «La festa dei tre sassolini – ha spiegato la regista - per segnare presente, passato e futuro», ma anche per festeggiare la chiusura dei debiti per la realizzazione della grande opera (anche se in bilancio resta un rosso di 2,7 milioni di euro accumulato in quarant'anni di attività) e per presentare il volume Responsabilità del Sogno curato da Gianni Valle.

Teatro Franco Parenti
Via Pier Lombardo 14 Milano
Varie le proposte di abbonamento: info 02.59995252
biglietteria@francoparenti.it

Commenta la notizia

Ultimi di sezione

Shopping24

Dai nostri archivi