Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 28 marzo 2014 alle ore 10:27.
L'ultima modifica è del 28 marzo 2014 alle ore 18:20.

My24

Tanta musica indipendente come il rock con inclinazioni dancefloor dei Franz Ferdinand, vecchi leoni molto apprezzati sullo Stivale come Vanilla Fudge e Crimson ProjeKCt, spin off dei leggendari King Crimson, in più Ligabue che prima di riempire gli stadi passerà in rassegna i palasport e le atmosfere new wave dei Tuxedo Moon. Queste le coordinate «live» che da questo weekend orienteranno le scelte del pubblico italiano fino a giovedì prossimo.

Grande fermento indie a Milano, dove il 3 aprile al Forum di Assago direttamente da Glasgow arriveranno i Franz Ferdinand, a una manciata di mesi dall'uscita del quarto album «Right Thoughts, Right Words, Right Action». Senza dubbio tra le band del momento, forse in leggera frenata rispetto allo scintillante esordio dell'omonimo risalente ormai a dieci anni, comunque sempre esaltanti dal vivo. Ancora Scozia con i Mogwai e il loro enigmatico post rock, il cui ultimo assaggio è rappresentato da «Rave Tapes», uscito a gennaio scorso. Saranno mercoledì 30 all'Estragon di Bologna e giovedì 31 all'Alcatraz di Milano. Hard rock al femminile, venerdì 28 al Limelight, con The Pretty Reckless, mentre sabato 29 al The Tunnel spazio alle sperimentazioni elettroniche e concettuali di Tycho. Occhio anche ai Blood Red Shoes, interessante duo di Brighton in circolo ormai dal 2008 che sabato 29 marzo sarà al Covo di Bologna e domenica 30 al Muzak di Roma. Appuntamento con la storia invece dal 2 al 4 aprile, al Dom di Bologna, spazio dedicato alle arti contemporanee: direttamente da San Francisco arrivano i Tuxedomoon, marchio che dagli anni Settanta è sinonimo di sperimentalismo new wave.

Ligabue nei Palasport
Sul fronte italiano, parte dalle piccole città il «Mondovisione tour» di Luciano Ligabue che, dopo l'esibizione di Correggio del 27 marzo, farà tappa al Palasport di Fossano (sabato 29), al Palaruggi di Imola (31 marzo) e ancora al Palasport di Salsomaggiore Terme (2 aprile). Da seguire il tour degli Afterhours, band di riferimento del nostro circuito indie, impegnato prima all'Orion di Ciampino (28 marzo) e poi al Demodé di Modugno (29). Sabato 28 marzo all'Hiroshima Mon Amour di Torino si esibiranno gli Zen Circus. Reduci da Sanremo e dal successo del singolo «L'unica» i Perturbazione, di scena prima al Dopolavoro di Brindisi (28 marzo), quindi al Blackout Rock Club della Capitale (29 marzo). Zibba, una delle rivelazioni dell'ultimo Sanremo, sabato 29 marzo avrà invece come ribalta il Centro Multiculturale di Catania.

Vanilla Fudge, il rock che non muore
Per gli amanti dei vecchi leoni, l'appuntamento è a Pordenone dove venerdì 28 marzo, al Naonian City Hall, si esibiranno i leggendari Vanilla Fudge, reduci dal concerto all'Hiroshima di Torino della serata precedente. Occasione rara per riascoltare la band newyorchese guidata dal batterista Carmine Appice che alla fine degli anni Sessanta divenne celebre per le cover psichedeliche di standard soul come «You keep me hanging on» e rock come «Ticket to ride». Attesissimi dai fan del progressive i Crimson ProjeKCt, spin off dei leggendari King Crimson che ruota attorno a Tony Levin, Pat Mastelotto e Adrian Belew: sabato 29 a Chieti (Auditorium Supercinema); domenica 30 Bologna (Teatro Manzoni); lunedì 31 Milano (Auditorium Fondazione Cariplo); martedì primo aprile Roma (Auditorium Parco della Musica) e, tappa finale qui da noi, mercoledì 2 aprile a Firenze (Viper Theater).

Il bossa project di Paula Morelenbaum
I jazzofili non si perdano comunque di coraggio: al Blue Note di Milano c'è prima una delle cantanti brasiliane più affermate, Paula Morelenbaum, con il suo Bossarenova Trio (1 aprile), poi il cantautore israeliano Sagi Rei, fenomeno musicale che ha scalato le classifiche di mezzo mondo (2 aprile), quindi un grande interprete vocale della scena jazz contemporanea come Freddy Cole (3 aprile). All'Auditorium «Salvo d'Acqisto» di Napoli, per la terza edizione della rassegna «I Colori del Jazz», sabato 29 marzo ci sarà il duo di Enrico Rava con il pianista Andrea Pozza mentre alla Sala dei Giganti del Palazzo di Liviano a Padova, quella stessa sera, un altro grande interprete italiano della tromba, Paolo Fresu, dividerà il palco con Uri Caine.

Commenta la notizia

Ultimi di sezione

Shopping24

Dai nostri archivi