Food24

Le Soste aggregano nuovi chef e pensano ad Expo

  • Abbonati
  • Accedi
in Primo Piano

Le Soste aggregano nuovi chef e pensano ad Expo

Location unica per l’annuale cena de Le Soste, l’associazione che raggruppa i ristoranti di cucina d’eccellenza nel nostro Paese e nel mondo: il salone d’onore della Triennale di Milano che ha “accolto” i nove locali entrati a far parte del gruppo, fondato 33 anni fa. L’elenco non stupir i gourmet: Alice Ristorante, di Viviana Varese a Milano, Andreina di Errico Recanati a Loreto (An), Antica Corte Pallavicina di Massimo Spigaroli a Polesine Parmense (Pr), Kleine Flamme di Burkhard Bacher a Vipiteno (Bz), Locanda Don Serafino di Vincenzo Candiano a Ragusa Ibla, Locanda Margon di Alfio Ghezzi a Trento, Magorabin di Marcello Trentini a Torino, Marconi di Aurora Mazzucchelli a Sasso Marconi (Bo) e il Principe Cerami, Massimo Mantarro a Taormina (Me). Sono stati loro a preparare aperitivo e cena dell’evento, rendendo felici i 220 ospiti. I goduriosi finger food sono stati firmati dal poker Varese-Recanati-Spigaroli-Mantarro ai quali si affiancato un jamn ibrico de bellota Admiracin Blzquez, riserva di almeno 36 mesi, portata da Longino & Cardenal. Poi spazio ai piatti veri e propri: Gambero rosso, briciole di pane ai semi di finocchio e arancia (Mazzucchelli), Blanc de blancs di baccal (Ghezzi), Plin di gallina faraona con neve di grana padano dop e polvere di salvia (Trentini), Tataki di manzo al papavero, purea di sedano rapa e curcuma, con “streusel di salsa verde (Bacher), Dolce di formaggio ragusano con miele di satra e sorbetto di pera e grappa (Candiano). A chiudere la piccola pasticceria di Chicco Cerea, coordinatore impeccabile della cucina quanto lo stato il fratello Francesco della logistica generale dell’evento.

La serata stata l’occasione anche per conferire diversi premi: il “Birra Moretti” stato assegnato “in casa” ad Agata Zani, project manager Birra Moretti per la linea Le Regionali; il premio “Eccellenza Artigiana 2015” stato consegnato ad Agnese e Dionigi Spreafico dell’azienda Marco d’Oggiono Prosciutti; il premio “Franco Colombani” stato vinto da Luca Cinacchi, Food & Beverage Manager al Trussardi. Da segnalare l’istituzione di un premio al “Giovane Designer Gastronomico,” che verr assegnato a partire dal 2016. La cena ha seguito il direttivo dell’Associazione che ha confermato Claudio Sadler come presidente, Ezio Santin e Gualtiero Marchesi presidenti onorari, Massimo Bottura e Antonio Santini vice presidenti nonch Moreno Cedroni, Francesco Cerea, Gennaro Esposito, Lucio Pompili e Angelo Valazza consiglieri. Martin Dalsass resta il rappresentante per l’estero. Infine, stata presentata la Guida 2015, realizzata dall’editore Mediavalue in duplice edizione, (italiana e inglese), pensata per fornire ai milioni di turisti in arrivo nei mesi dell’Expo suggerimenti utili a trasformare la sosta enogastronomica in un’esperienza di viaggio.

© Riproduzione riservata