Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 18 ottobre 2013 alle ore 18:33.
L'ultima modifica è del 18 ottobre 2013 alle ore 18:38.

My24

Si apre un nuovo cantiere per costruire una "casa" ai moderati italiani, che giusto ieri hanno visto il passo indietro dell'ex premier Mario Monti rispetto alla sua "creatura" politica, "Scelta civica"? A scendere in campo, questa volta - anche se manca l'annuncio ufficiale, che dovrebbe arrivare a breve - è l'ex ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera. A margine del forum della Coldiretti a Cernobbio dove il presidente uscente, Sergio Marini, ha annunciato la creazione di una fondazione per poter "dire la sua", l'ex ministro del Governo Monti ha da un lato applaudito alla «buona notizia» di Marini («è una persona molto competente con la passione giusta»). Dall'altra ha spiegato che presto intende seguire il suo esempio: «C'è da lavorare per un progetto per il Paese e come lo farà Marini anch'io mi sento molto impegnato a mettere assieme un'idea, un progetto di Paese».

Impegnato «a mettere insieme proposte per rimettere in moto il Paese»
Parlando a Tgcom24, alla domanda se quindi stesse in pratica annunciando il suo sbarco in politica, Passera ha risposto: «Ogni cosa a suo tempo, c'è un bel lavoro in corso, quando sarà il momento lo annunceremo». A chi gli chiedeva se avesse in mente a una squadra, l'ex numero uno di Intesa Sanpaolo ha detto: «assolutamente sì e stiamo lavorando con delle persone su pezzi di questo programma, di questo modello del Paese, possiamo dare un grande contributo ma ora non una parola di più». «C'è un grande lavoro, un grande impegno a mettere insieme proposte che servono a rimettere in moto il Paese e che non sono nè di destra nè di sinistra - ha concluso Passera - la forza delle idee può muovere le montagne».

L'abbandono del Professore? «Era il mio timore»
Quanto alle dimissioni del Professore, Passera rivela di non essere sorpreso: «Era il mio timore, per questo, con grande sofferenza, ai tempi dissi di no» a entrare in Scelta civica. «In quel progetto - ha aggiunto l'ex ministro - é sicuramente mancato il coraggio della proposta radicale e la sufficiente novità della proposta politica».

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi