Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 30 gennaio 2014 alle ore 06:44.

My24

Questa mattina primo contatto tra i pm del Sannio-gate e i legali di Nunzia De Girolamo, Gaetano Pecorella e Angelo Leone. Un incontro che servirà probabilmente a creare un percorso per un prossimo interrogatorio della deputata Ncd e a ragionare attorno al fascicolo aperto dalla Procura sul presunto complotto ai danni dell'ex ministra delle Politiche agricole. A questo proposito, è stato interrogato come testimone l'avvocato Roberto Prozzo, difensore del dg Asl Michele Rossi, a sua volta indagato nel filone sulla turbativa d'asta per l'appalto del 118. Argomento scottante, quest'ultimo, già al centro delle registrazioni realizzate dall'ex manager Felice Pisapia nel salotto di casa De Girolamo. Rossi sarà sentito dai pm il 4 febbraio sulle modalità di proroga del servizio e sui ritardi accumulati dall'Asl nella indizione della nuova gara.
Il nome di Prozzo era emerso nelle registrazioni mandate in onda dal Tg5 riguardo a una possibile macchinazione ordita anche dal deputato Pd Umberto Del Basso De Caro nei confronti dell'ex ministra. Tutti si sono dichiarati estranei ma la Procura è intenzionata a battere tutti gli iter investigativi possibili, senza lasciare alcuna zona d'ombra anche a garanzia dei soggetti citati negli audio. Quanto alla posizione della De Girolamo, i legali lavorano a un esposto nei confronti di quanti hanno esercitato un ruolo in questa spy-story, a cominciare da Pisapia.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi