House Ad
House Ad
 

Finanza e Mercati In primo piano

L'Europa chiude in rialzo. A Milano (la migliore d'Europa) brilla Eni. Contrastata Wall Street

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 28 ottobre 2010 alle ore 08:36.

Seduta nel segno delle trimestrali per i listini azionari europei, che hanno chiuso in rialzo grazie ai risultati di bilancio di alcune big. A Piazza Affari il FTSE IT All Share ha guadagnato l'1,19% e il FTSE Mib l'1,22 per cento. Bene Mediasetdopo i conti di Telecinco e le trimestrali che hanno premiato Enie Mediobanca. Acquisti anche su Atlantia, dopo la salita di Sintonia oltre il 40% del capitale. Bene anche Enel: in giornata il gruppo ha rivisto al ribasso la forchetta per l'Ipo (Offerta pubblica di vendita) di Enel Green Power, che si chiude domani venerdì 29 ottobre.

Contrastata invece Wall Street, nonostante siano arrivati buoni dati macro: le richieste di sussidi di disoccupazione sono calate in modo più consistente del previsto. Questo ha in parte attenuato le incertezze che di recente si sono create sulla portata degli attesi interventi a sostegno della crescita economica da parte della Federal Reserve. Ora l'attenzione dei mercati si indirizzerà verso i dati preliminari sul Pil del terzo trimestre, che verranno pubblicati domani. Male 3com che ha evidenziato conti inferiori alle stime. Mentre si mette in evidenza Exxon Mobil, la società più capitalizzata al mondo, che ha riportato utili sopra le attese. Il Dow Jones perde così lo 0,16%, il Nasdaq sale dello 0,16% mentre lo S&P 500 avanza dello 0,10%.

Occupazione negli Stati Uniti
Il numero di lavoratori americani che per la prima volta hanno fatto richiesta per ottenere i sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti la settimana scorsa è calato a sorpresa e al minimo da luglio, in quello che è accolto come un segnale positivo sull'andamento ancora molto debole del mercato del lavoro. Secondo quanto riportato dal dipartimento del Lavoro americano, nella settimana conclusasi il 23 ottobre, le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione sono calate di 21.000 unità a 434mila unità, il livello più basso dal 10 luglio. Il dato è migliore delle previsioni degli analisti, che attendevano un aumento di 3.000 unità. Il dato della settimana precedente è stato rivisto al rialzo da 452mila a 455mila unità.
La media delle quattro settimane, più attendibile in quanto non soggetta alle fluttuazioni del mercato, è calata di 5.500 unità, a quota 453.250 unità, mentre il dato della settimana precedente è stato rivisto a 458.750. Altro dato positivo: il numero complessivo dei lavoratori che ricevono sussidi di disoccupazione per più di una settimana - relativo alla settimana terminata il 16 ottobre, l'ultima per la quale è disponibile il dato - è diminuito di 122.000 a 4.356.000 unità, contro le 4.434.000 della settimana precedente. Il tasso di disoccupazione per i lavoratori con assicurazione è calato dello 0,1 per cento al 3,6 per cento.

L’articolo continua sotto

La Fed ha messo sul piatto duemila miliardi per aiutare la ripresa Usa. Ma intanto porta la svalutazione del dollaro

Guerra delle valute. La Fed manipola i cambi con duemila miliardi sul piatto (altro che Cina)

Il 3 novembre la Federal Reserve farà partire il treno espresso QE2 diretto verso un mondo

Le Borse europe chiudono in calo. Il mattone non salva Wall Street che viaggia al ribasso

Le Borse europe chiudono in calo. Il mattone non salva Wall Street che viaggia al ribasso

Wall Street in calo.Il Dow Jones cede l'1,5% mentre il Nasdaq cede lo 0,66%. L'S&P perde l'1 per

Utili +55% per Exxonmobil, meno brillante Shell

Il gruppo petrolifero ExxonMobil ha annunciato di aver registrato nel terzo trimestre un utile

Tags Correlati: Banca del Giappone | Borsa di Milano | Borsa di Tokyo | Borsa di Zurigo | Dati di bilancio | Eni | Europa | Exxon Mobil | Exxon Mobil | Fed | France Telecom | Microsoft | Motorola | Nasdaq | Sanofi-Aventis | Telecom | Wall Street

 

La Borsa di Tokyo ha chiuso gli scambi in calo dello 0,22%, con la prudenza degli investitori in vista della riunione del Fomc, il board della Federal Reserve in programma il 2-3 novembre, dalla quale si attendono nuove misure straordinarie di allentamento monetario.

L'indice Nikkei si attesta a quota 9.366,03, con una perdita netta di 21 punti, scontando inoltre la ridiscesa del dollaro (a 81,58 yen, dopo i massimi raggiunti delle ultime due settimane), l'attesa per i conti trimestrali della Corporate Japan e l'andamento misto delle Borse asiatiche.

In netta controtendenza Canon, in rialzo di oltre il 4% dopo il rialzo delle previsioni sull'intero esercizio in corso: l' andamento migliore delle attese dei ricavi dalle attività legate alle attrezzature per ufficio e alle fotocamere digitali hanno generato un balzo del 74% degli utili trimestrali.

La Banca del Giappone conferma i tassi a zero
In linea alle attese di mercato e analisti, Banca del Giappone ha confermato i tassi di interesse in area virtualmente zero - con un obiettivo tra 0 e 0,1% - e si è astenuta dall'adottare nuove iniziative di politica monetaria al termine del consiglio sui tassi, dopo le nuove misure espansive varate soltanto a inizio ottobre. L'istituto centrale ha inoltre dettagliato il programma di acquisto di governativi annunciato il 5 ottobre scorso, spiegando che verranno sottoscritti 1.500 miliardi di yen in titoli a lungo termine e 2.000 miliardi di carta a breve. Anticipata infine al 4 e 5 novembre dal precedente 15/16 la data del prossimo consiglio in modo da iniziare gli acquisti di titoli come Etf (exchange traded fund) e J-Reit prima del previsto.

Cambi
In rialzo leuro nei confronti del dollaro con il rapporto di parità fissato a 1,3846 contro 1,3752 ieri sera. Il dollaro aveva recuperato terreno ieri sul calcolo, avvalorato da un'analisi del Wall Street Journal, che la Fed svelerà il 3 novembre un piano di quantitative easing relativamente modesto, con acquisti di bond per circa 80-100 miliardi di dollari al mese.
La debolezza del dollaro spinge la domanda e il petrolio si attesta stamattina a 82 dollari il barile, in leggero rialzo rispetto all'ultima chiusura.

Shopping24

Da non perdere

L'esempio di Baffi e Sarcinelli in tempi «amari»

«Caro direttore, ho letto (casualmente di fila) i suoi ultimi tre memorandum domenicali. Da

L'Europa federale conviene a tutti

Ho partecipato la scorsa settimana a Parigi a un incontro italo francese, dedicato al futuro

Non si può privatizzare la certezza del diritto

In questa stagione elettorale, insieme ad un notevole degrado, non solo lessicale, ma anche di

Le sette criticità per l'economia Usa

Quale futuro si prospetta per l'economia degli Stati Uniti e per quella globale, inevitabilmente

Sull'Ilva non c'è più tempo da perdere

La tensione intorno al caso dell'Ilva non si placa. Anzi, ogni giorno che passa – nonostante i

Casa, la banca non ti dà il mutuo? Allora meglio un affitto con riscatto. Come funziona

Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è


Jeff Bezos primo nella classifica di Fortune «businessperson of the year»

Dai libri alla nuvola informatica: Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon,

Iron Dome, come funziona il sistema antimissile israeliano che sta salvando Tel Aviv

Gli sporadici lanci di razzi iraniani Fajr-5 contro Gerusalemme e Tel Aviv costituiscono una

Dagli Assiri all'asteroide gigante del 21/12/2012, storia di tutte le bufale sulla fine del mondo

Fine Del Mondo, Armageddon, end of the World, Apocalypse? Sembrerebbe a prima vista roba da