Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 13 settembre 2013 alle ore 11:18.

My24

MILANO - Fiera Milano accelera sul processo d'internazionalizzazione a 360 gradi. Per la fiera leader italiana è più vicina l'acquisizione di una società americana che consentirà di sviluppare le attività nel fashion, nel food e nel design; mentre in Russia è in dirittura d'arrivo una partnership commerciale. Sul versante del prodotto invece Fiera Milano cambia profondamente la strategia della manifestazione ammiraglia di proprietà, il Macef (91.590 mq in gennaio), muta il brand in Homi (Home Milano), e la propone, con un investimento di 5 milioni, sui principali mercati mondiali: Stati Uniti, Asia, Russia, Turchia e Brasile.
Il Salone internazionale della casa, «diventa globale e non avrà soltanto le due edizioni a Milano – osserva Enrico Pazzali, ad di Fiera Milano – ma si svolgerà anche ottobre, maggio e aprile nei diversi continenti e grazie alle nostre controllate-antenne». Milano controlla 80 manifestazione all'estero grazie a varie acquisizioni ma non dispone di "antenne" negli Usa e in Russia. «L'acquisizione che realizzeremo negli Usa – spiega il top manager – grazie anche agli accordi con le associazioni imprenditoriali di food, fashion e design, consentirà di allestire Homi. In Russia, invece, data la particolarità del mercato, stringeremo una partnership commerciale con una società locale: la comunicheremo a Mosca entro il 25 settembre». Il calendario puntuale di Homi sarà definito entro ottobre.
Mentre si svolge l'edizione settembrina (si concluderà domenica prossima), muore e rinasce Macef. La prima edizione – davvero innovativa – dell'era Homi si terrà a Milano dal 19 al 22 gennaio 2014: «Il progetto – spiega Marco Serioli, direttore Exhibitions di Fiera Milano - racconterà la persona, il suo ambiente e le sue abitudini attraverso un percorso dinamico, nato intorno al concetto di satellite». E i satelliti a Homi saranno nove: dall'home wellness, a moda e gioielli, dal kid style al tessile domestico. Sarà anche la visione del negozio di domani, con gli stili di vita del consumatore multiculturale, attento al benessere ma sempre ispirati all'eccellenza italiana.
Superconsultente per Homi è stato nominato Etienne Cochet, in passato regista della manifestazione concorrente francese Maison & Objet ed esperto d'internazionalizzazione. La catena milanese di ristoranti Peck accompagnerà Homi anche all'estero. «Il lancio internazionale di Homi – conclude Pazzali – costerà 5 milioni per i costi di comunicazione e marketing, ma contiamo di arrivare al break even in tre anni».

Commenta la notizia

Ultimi di sezione

Shopping24

Dai nostri archivi