Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 18 settembre 2013 alle ore 06:55.

My24


MILANO
No al commissariamento. Con l'esclusione della sola Fiom, che ieri con il segretario Maurizio Landini è tornata con forza a chiedere «un intervento dello stato nella gestione dell'azienda», il fronte sindacale è compatto nel respingere l'eventualità, non esclusa ieri dal governo Letta per risolvere il nodo relativo ai sette stabilimenti di Riva Acciaio, i cui 1.400 dipendenti sono stati messi in libertà da venerdì dopo il sequestro dei cespiti aziendali e dei conti correnti da parte della magistratura.
«La via prioritaria – secondo il segretario nazionale della Fim con delega alla siderurgia, Marco Bentivogli – deve essere il riavvio immediato degli impianti produttivi». Il commissariamento è giudicato l'extrema ratio, mentre secondo la Fim «il riavvio deve avvenire nelle prossime ore», perché «il tempo perso, oltre che far perdere salario e mettere a rischio l'occupazione fa perdere definitivamente clienti e commesse». Dello stesso avviso anche Luigi Angeletti, segretario della Uil. «Noi non chiediamo nessun commissario, chiediamo che l'azienda possa continuare a funzionare – sono le sue parole –. Vedremo se l'indicazione che ha dato l'altroieri il governo di utilizzare i beni sequestrati per far funzionare l'azienda avrà un esito positivo, ma dei commissari non ci fidiamo». Anche Giovanni Centrella, leader delll'Ugl, ha definito ieri «preferibile un accordo con la famiglia Riva al commissariamento».
Sulla vicenda del blocco agli stabilimenti Riva del Nord Italia sono intervenuti ieri anche i sindacati pugliesi. «Quello che sta accadendo negli stabilimenti del Nord ci riguarda direttamente – hanno detto in una nota congiunta le tre sigle Fim, Fiom e Uilm di Taranto –. È una condizione che abbiamo già conosciuto nell'ultimo anno a Taranto ed è per questo – aggiungono i sindacati metalmeccanici di Taranto – che respingiamo il ricatto occupazionale messo in atto dalla proprietà».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimi di sezione

Shopping24

Dai nostri archivi