Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 17 dicembre 2013 alle ore 17:55.

My24
AnsaAnsa

«Questo è l'unico ristorante al mondo in cui puoi ascoltare la storia del Rinascimento mentre compri il salame», dice Oscar Farinetti di fronte alle vetrine di Eataly Firenze, nella pedonale via Martelli a due passi dal Duomo, ennesima apertura della catena del food di qualità made in Italy che arriva dopo 20-giorni di fuoco per l'imprenditore piemontese, con inaugurazioni a Chicago, Istanbul e Dubai, e prima dell'opening a Milano prevista a febbraio. La storia del Rinascimento è stata riassunta da Antonio Scuderi in 35 cartelli disseminati nel negozio, e può essere ascoltata utilizzando l'audioguida disponibile all'ingresso.

A tagliare il nastro dello store-ristorante fiorentino – 2.000 metri quadrati e un investimento da cinque milioni di euro – questa mattina accanto a Farinetti c'era l'amico Matteo Renzi, oggi solo in veste di sindaco di Firenze (e non di segretario Pd): «La delibera per l'apertura di Eataly l'abbiamo rimandata indietro tre volte – dice Renzi – altrimenti mi avrebbero detto di aver favorito un amico. A parte questo, aprire un'attività in Italia è complicato e anche per questo diciamo ‘benvenuto' a Eataly e ai suoi 122 posti di lavoro».

Tra i lavoratori ci sono alcuni ex dipendenti della preesistente libreria che ha chiuso i battenti nel 2010, tra cui l'ex direttore che, spiega Farinetti, «ora fa il panettiere ed è contento di farlo».

«Sono questi i mestieri del futuro – sottolinea il patron del gruppo piemontese che quest'anno toccherà i 285 milioni di ricavi – pensate che le fornaie del negozio di Firenze sono tutte donne che hanno imparato a fare il pane col lievito-madre e con la farina biologica».

Il negozio fiorentino si articola su tre livelli che riprendono il tradizionale format di casa Eataly: comprare, mangiare, imparare. Da domani apertura al pubblico, che in questa location sarà formato da tanti turisti.

Commenta la notizia

Ultimi di sezione

Shopping24

Dai nostri archivi