Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 31 gennaio 2014 alle ore 16:48.

My24
(Corbis)(Corbis)

Se adotti un randagio del canile, il sindaco ti abbuona la tassa rifiuti. È il provvedimento che il Comune di Bologna è pronto a lanciare per risolvere il problema del randagismo e dei conti pubblici che non quadrano più. Ogni cane randagio costa infatti alle casse comunali almeno 700 euro l'anno di mantenimento (salvo imprevisti medici), mentre la nuova Tari vale in media poco più di 300 euro a famiglia.

Insomma, i conti li ha già fatti l'assessore bolognese alla Sanità, Luca Rizzo Nervo, ora resta da capire se le esperienze analoghe già avviate in molti comuni del Centro e Sud Italia funzionano pure. Per quanti anni il Comune può rinunciare all'introito della tassa rifiuti? E come verificare che l'incentivo non diventi un escamotage per i furbetti per non pagare il balzello comunale, liberandosi però a stretto giro del cane adottato?

Che una soluzione al problema del randagismo vada trovata è per altro fuori discussione. Se nel solo canile di Bologna sono un centinaio i cani ospitati, in tutta Italia sono oltre 100mila gli ingressi registrati ogni anno nelle strutture pubbliche (dati del ministero della Salute), ma i randagi a spasso per le strade del Paese sono almeno sei o sette volte tanti, stima la Lav (e oltre due milioni e mezzo i gatti). Ciò significa che, escludendo l'onere dei danni e degli effetti sanitari legati al randagismo, solo per mantenere gli ex amici dell'uomo a quattro zampe nei canili noi contribuenti spendiamo un centinaio di milioni di euro l'anno. Costringendo per altro i cani a una vita davvero bestiale.

Ecco spiegato perché il sindaco di Avellino ha deciso di riconoscere uno sconto fiscale fino a 700 euro alle famiglie che adottano un cane del canile. Cifra dimezzata a Sant'Agata di Puglia e trasformata in un bonus direttamente erogato a chi adotta un animale. Mentre il comune di Santi Cosma e Damiano (Latina) riconosce all'affidatario, per ciascun cane, un contributo annuo a titolo di compartecipazione alla spesa per il mantenimento di tutto riguardo: 500 euro per il primo anno, 400 per il secondo, 300 per il terzo. E c'è pure chi, oltre alla dote economica, regala il kit di spazzola e guinzaglio.

Commenta la notizia

Ultimi di sezione

Shopping24

Dai nostri archivi