House Ad
House Ad
 

Commenti e Inchieste

Il presidente della Bundesbank Weber esce dalla corsa per la Bce

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 10 febbraio 2011 alle ore 06:36.

FRANCOFORTE - Axel Weber, il controverso governatore della Bundesbank, avrebbe deciso di lasciare la guida dell'istituto monetario nei prossimi mesi, senza puntare a un secondo mandato, e mettendo in dubbio la sua candidatura alla presidenza della Banca centrale europea. La scelta, se verrà confermata, scombussola le carte per la successione del presidente della Bce Jean-Claude Trichet. Quest'ultimo lascerà l'incarico alla fine di ottobre.

Foto / Tutti i candidati alla successione di Trichet

Tra annunci e smentite, indiscrezioni e speculazioni, il quadro ieri sera era particolarmente confuso. Secondo il quotidiano popolare Bild, Weber avrebbe deciso di lasciare la guida della Bundesbank in estate, quasi un anno prima della scadenza del mandato nell'aprile 2012. Le voci raccolte dal giornale tedesco - convinto che un potenziale sostituto potrebbe essere il consigliere del cancelliere Angela Merkel Jens Weidmann - sono giunte alla fine di una giornata convulsa.

In mattinata, l'agenzia di stampa Reuters aveva preannunciato un comunicato della Bundesbank sul «futuro professionale» del 53enne Weber, citando fonti bene informate. Successivamente, con lentezza imbarazzante, la Bundesbank ha smentito «le voci di un annuncio immediato». Tuttavia, dalla stessa banca centrale spiegavano che Weber ha escluso in privato di voler compiere un secondo mandato alla Bundesbank.

Nel contempo, altri membri dell'establishment hanno rivelato che il banchiere si sarebbe anche ritirato dalla corsa alla presidenza della Bce, una posizione per cui è candidato anche il governatore della Banca d'Italia Mario Draghi. Né il governo del cancelliere Merkel a Berlino né la stessa Bundesbank a Francoforte hanno voluto confermare o smentire queste voci di stampa rimbalzate per tutta la giornata di ieri.

Interpellato durante la tradizionale conferenza stampa del mercoledì a Berlino, il portavoce della signora Merkel si è limitato a spiegare che quest'ultima si era intrattenuta al telefono con Weber in una conversazione che ha definito «confidenziale». Di più Steffen Seibert non ha voluto dire. Era difficile ieri sera capire esattamente cosa fosse successo, in una vicenda che a molti è apparsa un colpo di testa.

L’articolo continua sotto

Axel Weber «non più in corsa per la Bce» (Afp)

Axel Weber «non più in corsa per la guida della Bce» Da Draghi a Regling, ecco tutti i candidati

Il governatore della Bundesbank (la banca centrale tedesca), Axel Weber, si è ritirato dalla corsa

Bce, dopo Trichet gli europei preferiscono un tedesco. Un sondaggio del Financial Times

Gli europei preferiscono un tedesco alla presidenza della Banca centrale europea. È il risultato a

L'euro e il privilegio dei tedeschi

Quando il presidente americano entra nella plenaria di Capitol Hill per pronunciare lo "Stato

Tutti i candidati alla successione di Trichet

Tags Correlati: Angela Merkel Jens Weidmann | Axel Weber | Bce | Berlino | Bundesbank | Francoforte | Istituzioni dell'Unione Europea | Josef Ackermann | Klaus Regling | Mario Draghi | Reuters | Theodor Baums | Trichet Tra

 

Un'ipotesi è che egli abbia deciso di gettare la spugna quando si è reso che la sua candidatura alla Bce era osteggiata da troppi paesi europei e non avrebbe avuto successo. In una reazione impulsiva avrebbe deciso di abbandonare la guida della Bundesbank in anticipo rispetto alla fine del suo mandato (durante la conversazione di ieri la signora Merkel avrebbe cercato di dissuaderlo). La vicenda getta un'ombra sulla comunicazione della Bundesbank.

«L'uomo è un economista intelligente e preparato, ma può avere reazioni personali sorprendenti», spiega un esponente dell'establishment europeo. In questi anni Weber non ha mancato di avere atteggiamenti controversi, che hanno irritato governi nazionali e banche centrali. Qualche mese fa ha criticato apertamente la scelta di suoi colleghi nel consiglio direttivo della Bce di acquistare obbligazioni sui mercati per raffreddare le tensioni.

Un'altra ipotesi, che non esclude il gesto emotivo, è che Weber sia in lizza per guidare la Deutsche Bank. La banca - che non ha voluto commentare le voci - è alla ricerca di un nuovo presidente (il mandato di Josef Ackermann scade nel 2013). Un top manager proveniente da un'autorità di vigilanza avrebbe senso in un contesto post-crisi nel quale il problema della regolamentazione è tornato d'attualità per il settore bancario.

Se l'uscita di scena di Weber venisse confermata, molti si aspettano che nella corsa alla presidenza della Bce il governo federale punti su un altro candidato tedesco, come Klaus Regling, oggi a capo del fondo di stabilizzazione dell'euro (Efsf). «La questione della successione a Trichet non è per ora in agenda - ha commentato Seibert, il portavoce del cancelliere - La scelta è europea e il governo avrà una sua opinione quando il momento verrà».

Seibert ha aggiunto che il nuovo presidente della Bce «potrebbe» essere tedesco. «Alla fin fine la nazionalità non è quel conta - spiega Theodor Baums, tra i maggiori esperti tedeschi di diritto commerciale ed ex consigliere etico della stessa Bundesbank -. Ai tedeschi interessa solo avere un candidato di cui possono essere sicuri che difenda la stabilità della moneta unica dall'influenza dei governi».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Shopping24

Da non perdere

L'esempio di Baffi e Sarcinelli in tempi «amari»

«Caro direttore, ho letto (casualmente di fila) i suoi ultimi tre memorandum domenicali. Da

L'Europa federale conviene a tutti

Ho partecipato la scorsa settimana a Parigi a un incontro italo francese, dedicato al futuro

Non si può privatizzare la certezza del diritto

In questa stagione elettorale, insieme ad un notevole degrado, non solo lessicale, ma anche di

Le sette criticità per l'economia Usa

Quale futuro si prospetta per l'economia degli Stati Uniti e per quella globale, inevitabilmente

Sull'Ilva non c'è più tempo da perdere

La tensione intorno al caso dell'Ilva non si placa. Anzi, ogni giorno che passa – nonostante i

Casa, la banca non ti dà il mutuo? Allora meglio un affitto con riscatto. Come funziona

Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è


Jeff Bezos primo nella classifica di Fortune «businessperson of the year»

Dai libri alla nuvola informatica: Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon,

Iron Dome, come funziona il sistema antimissile israeliano che sta salvando Tel Aviv

Gli sporadici lanci di razzi iraniani Fajr-5 contro Gerusalemme e Tel Aviv costituiscono una

Dagli Assiri all'asteroide gigante del 21/12/2012, storia di tutte le bufale sulla fine del mondo

Fine Del Mondo, Armageddon, end of the World, Apocalypse? Sembrerebbe a prima vista roba da