Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 06 agosto 2012 alle ore 21:13.

My24

«I segni permanenti che alcune ragazze della scuola Morvillo hanno subito per le ustioni riportate nell'attentato sono considerati dalla compagnia assicurativa dell'istituto soltanto ripercussioni di tipo
estetico e quindi non risarcibili». Lo rende noto l'avvocato Mauro Resta, che assiste le famiglie di alcune delle ragazze.

Lo ricordiamo, nell'esplosione quella mattina del 19 maggio 2012 fuori dal comprensorio scolastico Falcone-Morvillo, perse la vita la studentessa sedicenne Melissa Bassi

Intanto nel pomeriggio il ministro dell'istruzione, Francesco Profumo, ha fatto una telefonata privata al papà di Veronica Capodieci, la più grave delle ragazze ferite nell'attentato davanti alla scuola Morvillo Falcone che è finalmente tornata a casa dopo i tre interventi e la lunga riabilitazione, che proseguira' in Puglia, in Toscana. A quanto apprende l'Adnkronos, il ministro Profumo, che sin dai primi momenti dopo l'attentato ha manifestato il proprio interessamento e coinvolgimento personale,

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi