Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 17 marzo 2014 alle ore 11:09.

My24

Più ibrido di così, probabilmente, non si può. O meglio, non si poteva. L'avventura del Transformer Book Duet TD300 di Asus, tablet con tastiera staccabile capace di funzionare sia con Windows 8.1 che con Android Jelly Bean a livello di sistema operativo, è forse finita prima del tempo, senza neppure vedere il mercato. Stando infatti a quanto riportato dal Wall Street Journal, il prodotto in questione, presentato in anteprima mondiale all'ultimo Consumer Electronics Show di Las Vegas a inizio gennaio, va in cassetto a tempo indeterminato. Per volere di Microsoft e Google.

Niente produzione, e di conseguenza nessuna commercializzazione (prevista per il secondo semestre), per il computer forse più evoluto della categora "dual boot", quella a cui appartongono i dispositivi che all'avvio del sistema permettono di scegliere quale software operativo (Windows e Android nel caso specifico) utilizzare. Così avrebbero deciso in quel di Redmond, che avrebbe posto il veto alla vendita anche di altri modelli simili a quello in questione (vedi i desktop all in one Transformer AiO P1801 e P1802 annunciati lo scorso anno), e di Mountain View.

Ne esce sconfitta anche Intel
L'indiscrezione del Wsj, suffragata dalla presunta conferma del blocco confessata al giornale finanziario da un assemblatore a libro paga di Asus, arriva dopo varie voci di "dissenso" nei confronti del Transformer Book Duet circolate, come hanno scritto nelle scorse settimane vari blog tecnologici (Digitimes in testa), nei corridoi dei due giganti americani. Microsoft, probabilmente, non ne vuol sapere di aprire la porta del mondo business ad Android; Google, da parte propria, non vuole certo favorire la rincorsa di Windows nel campo dei pc a tavoletta.

Dichiarazioni ufficiali, da ambo le parti, non ce ne sono ma appare evidente come l'idea di condividere spalla a spalla la promozione di un prodotto mobile ibrido a doppia piattaforma non è mai piaciuta a nessuno. Fatta eccezione, ovviamente, per la casa taiwanese, storicamente un marchio che punta sull'estrema diversificazione del suo catalogo, e per Intel, che sui dispositivi dual Os ci credeva eccome, tanto che per presentare il Transformer Book Duet TD300, a Las Vegas, era salito sul palco nientemeno il Ceo della casa di Santa Clara, Brian Krzanich.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi