Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 22 marzo 2011 alle ore 21:31.

My24

Unicredit ha approvato all'unanimità l'operazione che metterà in sicurezza il gruppo dei Ligresti attraverso l'ingresso di UniCredit nel capitale di Premafin, holding del gruppo Ligresti. Da un comunicato diffuso dall'istituto di Piazza Cordusio si apprende inoltre che il cda di Unicredit, dopo una riunione durata più di cinque ore, ha accettato le dimissioni che Salvatore Ligresti - amministratore non esecutivo, indipendente e non facente parte dei comitati consiliari di UniCredit - ha ritenuto di rassegnare in relazione all'evolversi delle relazioni di affari del gruppo facente capo alla famiglia Ligresti con UniCredit. In particolare la decisione è stata presa per evitare conflitti di interesse in futuro.

«Il Consiglio - conclude la nota - ha espresso il proprio pieno apprezzamento e la stima per l'alta professionalità e la dedizione profuse dall'Ingegnere Ligresti nell'espletamento del suo mandato consiliare».

Il piano di ristrutturazione
L'intervento di UniCredit a sostegno di Premafin-Fonsai arriva dopo il dietrofront di Groupama, ma era allo studio da tempo. In base all'intesa raggiunta «qualora Fonsai deliberi un aumento da 450 milioni, UniCredit sottoscriverà una quota in misura tale da detenere post aumento una partecipazione pari al 6,6% del capitale ordinario». Lo si legge in una nota di Premafin e UniCredit. L'investimento complessivo di UniCredit nella partita Premafin-Fonsai sarà pari a 170 milioni di euro, ripartito tra l'impegno di sottoscrizione dell'aumento di capitale della compagnia e il corrispettivo per l'acquisto dei diritti di Premafin.

Il patto di sindacato
Dai documenti si apprende inoltre che Premafin e UniCredit sottoscriveranno un patto di sindacato su Fondiaria Sai di durata triennale e che «dovrà garantire il mantenimento dell'influenza dominante di Premafin ed il conferimento alla banca di diritti e prerogative tipici del socio finanziario di minoranza». Il patto parasociale che Unicredit e Premafin stipuleranno su Fonsai attribuirà alla banca di Piazza Cordusio tre consiglieri nel cda della compagnia assicurativa e un peso importante nella governance della compagnia assicurativa, con un ruolo nelle scelte strategiche. Dei tre consiglieri nominati da UniCredit due entreranno a far parte del comitato esecutivo e il terzo entrerà a far parte, con funzioni di presidente, di ogni comitato per sia prevista una componente indipendente. UniCredit designerà anche il presidente del collegio sindacale in assenza di una lista di minoranza.

Le decisioni in merito a determinate operazioni (come l'approvazione del business plan, investimenti, disinvestimenti e finanziamenti qualificati) saranno riservati al cda di Fonsai, che delibererà con le maggioranze ordinarie. Ma per le decisioni in merito ad alcune operazioni straordinarie (come alcune operazioni sul capitale, le operazioni significative rispetto al perimetro di attività del gruppo Fonsai) il cda delibererà previo il parere favorevole di un comitato composto da consiglieri indipendenti tra cui l'amministratore indipendente designato da UniCredit.

Le operazioni di aumento di capitale con esclusione del diritto di opzione (2441 comma V) necessiteranno del consenso della banca. A Unicredit viene inoltre attribuito un diritto di co-vendita qualora Premafin ceda una quota superiore al 10% della propria partecipazione in Fonsai.

Le condizioni per l'accordo
L'accordo prevede anche alcune modifiche al contratto di finanziamento sottoscritto il 22 dicembre 2004 tra Premafin, l'istituto di Piazza Cordusio e le altre banche finanziatrici, successivamente integrato e modificato da ultimo il 22 dicembre 2010. Tali modifiche «richiedono, per il relativo perfezionamento, l'approvazione da parte delle banche finanziatrici». LaAccordo è poi «condizionato alla conferma - si aggiunge - entro il 30 giugno 2011, da parte di Consob di assenza di obblighi di Opa su Fondiaria-Sai a fronte dell'esecuzione del medesimo e all'ottenimento, sempre entro la medesima data, dei necessari waiver ai sensi del Contratto di Finanziamento».

Commenta la notizia

Listino azionario italia

301 Moved Permanently

Moved Permanently

The document has moved here.

Principali Indici

301 Moved Permanently

Moved Permanently

The document has moved here.

301 Moved Permanently

Moved Permanently

The document has moved here.

Shopping24

Dai nostri archivi