Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 26 maggio 2011 alle ore 11:40.

My24
Sistri, raggiunta l'intesa. Si parte il primo settembreSistri, raggiunta l'intesa. Si parte il primo settembre

Una intesa per rimodulare l'entrata in funzione del Sistri, il sistema di tracciabilità dei rifiuti speciali e pericolosi è stata raggiunta ieri a tarda sera fra il ministero dell'Ambiente e le principali organizzazioni imprenditoriali, Confindustria e Rete Imprese. Il sistema partirà dal primo settembre prossimo. L'accordo, si legge in una nota del ministero dell'ambiente, «recepisce le esigenze evidenziate nelle ultime settimane dagli operatori del settore ribadendo il valore del Sistri quale importante strumento di legalità e trasparenza nel delicato campo dei rifiuti».

«Abbiamo cercato e trovato una soluzione condivisa - afferma il ministro Stefania Prestigiacomo - nel comune intento di mettere in campo un sistema capace di coniugare trasparenza, semplificazione amministrativa, tutela della legalità. Un sistema che è stato pensato per agevolare il lavoro delle imprese non certo per complicarlo. Credo che la rimodulazione in chiave di progressività dell'entrata in vigore del Sistri sarà utile a collaudare al meglio il sistema e aiuterà le aziende a prendere confidenza con le nuove procedure elettroniche»

Come funzionerà
Secondo l'intesa raggiunta, il Sistri entrerà in vigore l'1 settembre 2011 per produttori di rifiuti "più grandi" che abbiano più di 500 dipendenti, per gli impianti di smaltimento, incenerimento, etc. (circa 5.000) e per i trasportatori che sono autorizzati per trasporti annui superiori alle 3.000 tonnellate (circa 10.000).

Dall'1 ottobre 2011 entrerà in vigore per i produttori di rifiuti medi che abbiano da 250 a 500 dipendenti e "Comuni, Enti ed Imprese che gestiscono i rifiuti urbani della Regione Campania.

L'1 novembre 2011 è la scadenza invece per produttori di rifiuti piccoli che abbiano da 50 a 249 dipendenti; l'1 dicembre 2011 per produttori di rifiuti che abbiano da 10 a 49 dipendenti e i trasportatori che sono autorizzati per trasporti annui fino a 3.000 tonnellate (circa 10.000).

L'1 gennaio 2012, in ultimo, la scadenza prevista per produttori di rifiuti pericolosi che abbiano fino a 10 dipendenti.

Le reazioni
Positiva la proroga al primo settembre per Sistri, il nuovo sistema iformatico per la tracciabilità dei rifiuti, anche se «per le imprese sarebbe meglio a fine anno». Lo affermano i senatori della Lega Nord in una nota. La proroga delle scadenze è una buona notizia per le aziende agricole, affermano la Coldiretti e la Cia. Soprattutto, rileva Coldiretti, dopo i risultati disastrosi del Sistri Day (la prova generale effettuata l'11 maggio) con il 90 per cento delle imprese che ha avuto problemi di accesso al sistema o non è riuscita, comunque, a portare a termine le operazioni richieste.
I problemi operativi emersi nelle ultime settimane, rileva la Cia, avrebbero esposto le imprese coinvolte non solo ad aggravi e incertezze sulla propria attività, ma anche a possibili sanzioni in relazione a situazioni non determinate dalle imprese stesse. Il periodo che ora si apre, però, deve servire davvero - conclude l'organizzazione agricola - a un'effettiva semplificazione delle procedure.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi