Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 29 agosto 2011 alle ore 17:46.

My24

01|VERIFICA PRELIMINARE
Comprare negli spacci aziendali oppure nelle cittadelle dello shopping permette di risparmiare. È comunque sempre meglio non acquistare a occhi chiusi, ma farsi prima un giro nei negozi tradizionali o comunque informarsi sui livelli di prezzo di una determinata azienda per avere un'idea a proposito della spesa che si intende fare e della sua effettiva convenienza

02|VALUTAZIONE DEL PREZZO
È opportuno decidere l'acquisto valutando
il rapporto qualità-prezzo, senza farsi fuorviare dalle percentuali di sconto. Spesso infatti il prezzo iniziale non è indicato ed è comunque impossibile verificarne la correttezza

03|AGEVOLAZIONI
Verificare se si ha diritto ad agevolazioni particolari, come gli sconti ulteriori riservati agli iscritti a molti Cral aziendali, ai possessori di alcune carte di credito o fidelity card

04|FIDELITY CARD
Se si ha intenzione di fare grossi acquisti, sottoscrivere le day card spesso proposte negli outlet village o le carte fedeltà delle catene di factory outlet. Danno diritto a sconti superiori e permettono spesso anche di accumulare punti da tradurre poi in buoni spesa

05|NO LOW COST
Grandi sconti non significa comunque low cost. Spesso, soprattutto se si tratta di articoli di grandi firme della moda o del design, anche negli outlet i prezzi si collocano nella fascia alta o medio alta del mercato

06|PROVA
Provare sempre l'articolo scelto, anche perché, se ci si pente dell'acquisto oppure si cambia idea (su colore e taglia ad esempio) non è detto che si possa poi cambiarlo, visto che - come accade in tutti gli esercizi commerciali – questa possibilità è a discrezione del punto vendita. Quindi chiedere prima di acquistare se c'è l'opportunità di sostituirlo o almeno di avere un buono per un successivo acquisto

07|GARANZIA
Anche i prodotti acquistati con un supersconto in un outlet o in una struttura analoga sono comunque coperti dalla garanzia legale, regolamentata dal Codice del consumo (Dlgs 206/2005, articoli 128-35).
Il principio base è che il prodotto acquistato dal consumatore è garantito dai difetti e vizi conformità per 24 mesi

08|CONSERVARE LO SCONTRINO
Può capitare infatti che vestiti e accessori venduti negli outlet abbiano qualche imperfezione. Ebbene anche quando ci si è rivolti a questo canale di acquisto, se ci si accorge del difetto una volta arrivati a casa, si hanno 60 giorni di tempo per chiedere al negoziante la sostituzione del bene e la restituzione dell'importo pagato oppure, in alternativa, la riduzione del prezzo. Fondamentale è conservare lo scontrino perché il documento servirà come prova d'acquisto

09|IL «COSTO» DEL TEMPO
Nel valutare la reale convenienza dell'acquisto in un outlet vanno inserite anche altre voci di spesa. Gli outlet infatti si trovano in genere – come è spiegato in questa pagina – fuori dai centri urbani e in prossimità di strade o autostrade trafficate. Se infatti la sosta all'outlet può essere ininfluente come costo nell'ipotesi si passi in zona durante un viaggio, nel caso ci si muova appositamente per lo shopping va considerato il costo reale di una giornata all'outlet: la spesa per il cibo, il carburante, il pedaggio, possono incidere in maniera significativa sul prezzo dell'affare

10|AREE EXTRA-DOGANALI
Se si acquista in una zona extradoganale, come Livigno, è meglio informarsi sulle regole in vigore consultando la tabella merceologica per i turisti. In genere, per le merci in franchigia è ammesso l'acquisto in quantitativi limitati, mentre per le altre merci è fissata una cifra minima, al di sopra della quale l'acquisto va dichiarato alla dogana

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi