Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 07 gennaio 2012 alle ore 10:03.

My24
Ecco come migliorare la memoriaEcco come migliorare la memoria

Non proprio come giocare ai videogiochi o ai giochi da tavolo, ma quasi. È questo l'approccio che, negli ultimi anni, la psicologia e le neuroscienze hanno adottato allo scopo di migliorare le nostre capacità cognitive e mnemoniche. In una parola, l'intelligenza. Tra i metodi in questione spicca quello della Cogmed, azienda fondata nel 2001 da neuroscienziati svedesi, che ha sviluppato un sistema per potenziare la working memory, cioè la nostra capacità di tenere a mente tutti i dati che ci servono sul momento, per ragionare e prendere decisioni.

Proprio come per i videogiochi, l'utente dei programmi computerizzati della Cogmed si mette di fronte allo schermo e sceglie il gioco/esercizio che vuole effettuare. Uno di essi prevede ad esempio l'allenamento della working memory auditiva, e consiste nell'ascoltare una sequenza numerica, che va poi digitata in ordine inverso su una tastiera virtuale. In un altro esercizio l'utente vede sullo schermo una struttura tridimensionale composta da pannelli che si accendono in ordine sparso; lì il suo compito è quello di ricordare l'ordine di accensione, potenziando la working memory visuo-spaziale. Un metodo di allenamento per l'intelligenza più articolato è quello proposto da diversi anni dallo psicologo israeliano Reuven Feuerstein. Esso consiste in una serie di "strumenti" (cioè esercizi su supporto cartaceo; in pratica, schede) studiati per allenare tutti gli aspetti del nostro sistema cognitivo. E così lo strumento "organizzazione dei punti" ci spinge a riconoscere forme ordinate in insiemi di punti caotici, "orientamento spaziale" ci aiuta a potenziare la capacità di riconoscere punti di riferimento fissi a dispetto della nostra posizione rispetto ad essi, e molto altro ancora.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi

301 Moved Permanently

Moved Permanently

The document has moved here.