Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo Ŕ stato pubblicato il 27 maggio 2012 alle ore 14:23.

My24

Se pensate che la tecnologia Gps sia relegata al solo mondo automobilistico, preparatevi a una bella sorpresa. Il sistema di geolocalizzazione si Ŕ fatto conoscere in auto, si Ŕ diffuso con gli smartphone e si sta spostando verso sport e outdoor.

Come a bordo di un'auto informa su velocitÓ e direzione, sulla bicicletta fornisce indicazioni simili e "misura" lo sforzo compiuto se in simbiosi con una fascia cardiotoracica. Sono dispositivi dedicati, con costi ragionevoli, che hanno scocche particolari, resistenti a cadute, acqua e sporco, prevedono ganci e supporti appositi per il manubrio e sono dotati di antenne Gps pi¨ sensibili di quelle dei navigatori satellitari da auto in quanto la velocitÓ di marcia Ŕ inferiore.

Garmin ha creduto subito in questo mercato con la gamma Edge: addirittura tre i modelli 200, 500 e 800 con una forbice di prezzi che va da 149 a 579 euro. Il top di gamma, ovvero l'Edge 800 con TrekMap Italia, vanta addirittura la mappa interattiva del percorso da seguire. Il denominatore comune Ŕ rappresentato dalla visualizzazione in tempo reale di distanza, velocitÓ, traccia del percorso; il 500 mostra anche cadenza, potenza, frequenza cardiaca e allenamenti avanzati. Tutti si interfacciano con il software Garmin Connect per analizzare sul pc ogni singola pedalata, mentre con l'800 si possono anche pianificare i percorsi e gli allenamenti con l'applicativo BaseCamp.

Di recente anche Mio Technology si Ŕ cimentata con la famiglia Mio Cyclo. Due i modelli: 300 (349,99 euro) e 305 HC (399,99 euro, ha la fascia cardio). Entrambi impermeabili e dotati di display da 3 pollici, hanno le mappe stradali in memoria per impostare il tragitto da A a B e dialogano con il pc grazie alla suite Mio Share Desktop. Le peculiaritÓ sono la presenza dei punti di interesse dedicati alla bici e la funzione Surprise Me per scoprire nuovi percorsi inesplorati.

E poi ci sono le app per smartphone, primo passo verso questo uso specialistico del Gps ma che obbligano ad avere una protezione adeguata per il telefonino. Per iPhone consigliamo MapMyRide, che memorizza tutti i dati sul tour e consente di condividerli in tempo reale. Bike CycloComputer (1,59 euro) trasforma lo smartphone in un computer di bordo da manubrio, la stessa funzione svolta da BicyComp per Android. Per entrambe le piattaforme c'Ŕ anche Endomondo, che misura ogni tipo di attivitÓ outdoor.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi

301 Moved Permanently

Moved Permanently

The document has moved here.